PRIMOPIANO: MAKIENOK SPIEGA LA PANCHINA

PRIMOPIANO: MAKIENOK SPIEGA LA PANCHINA

Troppo pochi 53 minuti per giudicarlo, ma la tifoseria rosanero si è già fatta un’idea su Simon Makienok. Centravanti alto 202 centimetri, il danese ex Brondby ha mostrato non.

Commenta per primo!

Troppo pochi 53 minuti per giudicarlo, ma la tifoseria rosanero si è già fatta un’idea su Simon Makienok. Centravanti alto 202 centimetri, il danese ex Brondby ha mostrato non poche difficoltà d’ambientamento al calcio italiano, in cui le difese non ti fanno respirare. In particolar modo, contro l’Empoli, il giocatore classe ’90 non è riuscito ad entrare in partita, toccando – sì e no – un paio di palloni.

Giornata storta. “Non è stata la nostra migliore gara, siamo partiti molto male e non siamo riusciti a correre ai ripari – ha confessato lo stesso Makienok a bold.kopjuar -. Quello che abbiamo fatto non è riuscito molto bene. Però vedo che il mister ha le idee molto chiare su cosa vuole da noi e pensa di poterci far rendere al meglio“.

Opportunità future. “Ho parlato con l’allenatore Iachini e mi ha detto che crede in me. Mi darà presto la mia opportunità. Devo solo imparare alcuni dettami tattici e movimenti. Iachini è maniacale sotto questo punto di vista”.

Sacrificio per il bene comune. “Voglio che la squadra vada il meglio possibile, poco importa se lo faccia con me in campo o in panchina, spetta all’allenatore decidere. Posso anche sacrificarmi sotto questo punto di vista. Al momento gioca chi conosce meglio i metodi di gioco del tecnico perché è con lui da più tempo. Appena mi sarò inserito al 100% mi farà giocare”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy