Possanzini: “Quando affrontai il Napoli di De Zerbi da compagno di Hamsik”

Il nuovo vice-allenatore del Palermo torna al 2007, quando in un Brescia-Napoli, incrociò i partenopei in cui militava De Zerbi.

Commenta per primo!

Incroci pericolosi. Davide Possanzini ne sa qualcosa.

Domani sera, in occasione di Palermo-Napoli, andrà lui a sedersi sulla panchina dei rosanero, dovendo De Zerbi scontare una squalifica. L’ultima volta in cui l’attuale vice-allenatore del Palermo affrontò il Napoli, era il 2007. “Sbagliai due o tre gol in quella partita, la ricordo bene. De Zerbi era mio avversario e lo era stato anche a Catania – racconta al ‘Corriere dello Sport‘ -. Hamsik? Già si vedeva che era molto forte tra pulizia di calcio e intelligenza tattica. Sta facendo la carriera che meritava”.

Un’esperienza, quella di Possanzini da calciatore del Palermo, che stentò a decollare. “Dieci giorni? Ad essere sincero, il mio campionato con il Palermo durò un’ora circa: l’esordio contro l’Inter, titolare a Firenze, poi lo scontro fortuito con Dainelli e quella strana sensazione mai dimenticata: menisco e crociato – ha ricordato -. Pazienza, doveva andare così. La carriera mi ha regalato altri sorrisi. Non riuscivo a dormire, quando il passaggio al Palermo era ancora incerto. Poi, chiesi almeno un minuto contro l’Inter e Guidolin mi accontentò. Tutto sembrava scritto, facile. Non avevo fatto i conti con l’imprevisto“. L’infortunio…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy