Pezzella: “Mi facevo i palloni coi giornali, ora vesto la maglia del Palermo. Mio esempio Schillaci”

Pezzella: “Mi facevo i palloni coi giornali, ora vesto la maglia del Palermo. Mio esempio Schillaci”

Le dichiarazioni del terzino classe ’97 del Palermo.

Commenta per primo!

Per Giuseppe Pezzella sarà un’estate particolarmente calda.

Archiviata la parentesi relativa al mercato (il Palermo è intenzionato a riconfermarlo), il terzino classe ’97 sarà impegnato su più fronti: dovrà sostenere parte della preparazione atletica con la squadra rosanero e intanto disputare gli Europei di categoria con la Nazionale Under-19. Lui è pronto per questo doppio impegno e in un’intervista rilasciata al ‘CdS‘ racconta le sensazioni provate quando veste la maglia dei siciliani.

Palermo: l’8 luglio presentazione maglie Joma, sorprese sul colore della terza divisa

“E’ un onore vestire questa maglia. Finché il Palermo mi vorrà, sarà per me un vanto mostrarla in giro – ha spiegato -. Per il Palermo mi aspetto un campionato più tranquillo. Per me nuove conquiste. L’entusiasmo non manca. Il presidente è il primo tifoso e il direttore Foschi ha competenza, professionalità ed esperienza per gestire il progetto“.

Esempi – “Prendo esempio da Schillaci. Ha ragione. Guai a togliere le ambizioni in questo ambiente dove ogni giorno c’è un record da battere. Anch’io all’inizio volevo solo un pallone da calciare, lo costruivo con i giornali, correvo nel corridoio e rompevo vetri“, ha concluso Pezzella.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy