Perinetti-Mediagol: “La Gumina? Foschi abile venditore ma il merito va riconosciuto a…”

Perinetti-Mediagol: “La Gumina? Foschi abile venditore ma il merito va riconosciuto a…”

L’intervista esclusiva al direttore generale del Genoa, Giorgio Perinetti, in esclusiva ai microfoni di Mediagol.it

di Mediagol77, @Mediagol

Tre cessioni eccellenti hanno aperto la sessione estiva del calciomercato rosanero. Circa 18 milioni complessivi, al netto di formule articolate e dilazioni di pagamento, incamerati con i trasferimenti di La Gumina, Coronado e Gnahoré. In particolare la plusvalenza ottenuta con il passaggio all’Empoli del talentuoso bomber palermitano, classe 1996, ha destato analisi e riflessioni tra parte dell’opinione pubblica specializzata ed addetti ai lavori.

Chi, Nino La Gumina, l’ha visto calcisticamente crescere è certamente l’ex responsabile dell’area tecnica rosanero, oggi dirigente del Genoa, Giorgio Perinetti. L’esperto dg romano ha detto la sua sull’operazione, intervistato in esclusiva ai microfoni di Mediagol.it.

“La mia valutazione sulla cessione  di La Gumina? Credo che aver ricavato 9 milioni, in un momento in cui i soldi sono paragonati a noccioline, sia stata un’operazione importantissima portata avanti dal Palermo. Una plusvalenza eccezionale maturata dai rosanero che, al di là dell’abilità riconosciuta di venditore di Rino Foschi, è frutto principalmente del lavoro di Dario Baccin al quale bisogna riconoscere il giusto merito.L’attuale responsabile del settore giovanile dell’Inter ha sempre creduto nelle doti di questo ragazzo fin da quando ero dirigente io e Nino giocava negli Allievi. Ricordo che mi ha sempre raccomandato di seguire con attenzione i suoi progressi e la sua evoluzione e giurava fermamente nel talento di questo giovane. Quindi, grande merito va a  Dario.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy