Perinetti: “Di Carmine? Non era decisivo per la A. Gli intrighi Callegari e Haksabanovic…”

Perinetti: “Di Carmine? Non era decisivo per la A. Gli intrighi Callegari e Haksabanovic…”

Le dichiarazioni dell’ex direttore sportivo rosanero, oggi direttore generale al Genoa, in merito al lavoro svolto da Fabio Lupo con il mercato del Palermo. Poi il suo pensiero sul mancato arrivo di Samuel Di Carmine…

Il pensiero di Giorgio Perinetti.

L’ex direttore sportivo del Palermo, oggi direttore generale al Genoa, ha rilasciato un’intervista ai microfoni de La Repubblica, durante la quale, ha toccato diversi argomenti riguardanti il mercato svolto dal ds rosanero Fabio Lupo. Di seguito il pensiero del dirigente rossoblu in merito ai mancati arrivi di alcuni giocatori che sono stati nel mirino della società siciliana.

Non crede che l’arrivo di uno come Di Carmine avrebbe rinforzato la squadra? “Francamente non lo vedo un acquisto così decisivo per la serie A. È certamente un buon giocatore, ma sinceramente credo che se proprio si voleva prendere qualcuno si potevano cercare giocatori giovani che si sarebbero fatti il loro bel periodo di ambientamento e che il Palermo, dopo averli provati in Serie B, se li sarebbe ritrovati già pronti per la Serie A. Operazioni di prospettiva come quelle che il Palermo stava provando a fare con Callegari del Paris Saint Germain e Haksabanovic del West Ham. Ma il Palermo è già forte così senza ritocchi”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy