PERINETTI: “A Carpi io espulso, mi dissero mafioso”

PERINETTI: “A Carpi io espulso, mi dissero mafioso”

Intervistato da Tuttomercatoweb, il responsabile dell’area tecnica rosanero, Giorgio Perinetti, è tornato sulla partita dell’andata contro il Carpi che fu segnata da un’espulsione a cui.

Commenta per primo!

Intervistato da Tuttomercatoweb, il responsabile dell’area tecnica rosanero, Giorgio Perinetti, è tornato sulla partita dell’andata contro il Carpi che fu segnata da un’espulsione a cui seguirono le invettive del pubblico di casa che diede del ‘mafioso’ al dirigente rosanero. “La partita contro il Carpi è stata l’ultima sconfitta, vogliamo cancellarla e in più quella gara fu molto nervosa con episodi arbitrali discussi e discutibili, ce la ricordiamo anche perché l’atteggiamento generale della società e dei tifosi è stato poco sportivo. Ricordo, dopo l’espulsione, di essere uscito tra i cori «mafioso, mafioso». La mia carriera è sempre stata all’insegna della correttezza, mi è dispiaciuto. Replicai con un inchino… ora ci interessa raggiungere il record di punti. Cancelliamo quella sconfitta. Nessuna vendetta, ma fino alla fine vogliamo mantenere un atteggiamento corretto. Iachini proporrà giocatori che hanno voglia di fare per dimostrare quanto valgono“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy