Palermo: Zamparini ingaggia Di Marzio. Non farà il presidente, ma consiglierà. E gli slavi…

Palermo: Zamparini ingaggia Di Marzio. Non farà il presidente, ma consiglierà. E gli slavi…

Nuovo ingresso in società. Gianni Di Marzio ha già lavorato a Palermo e con Zamparini al Venezia.

8 commenti

8 marzo 2016.

Zamparini decide che, per essere compreso al meglio dai tifosi, è opportuno parlare in diretta televisiva. Ha appena incassato le dimissioni di Iachini e spera di poterlo convincere a tornare sui suoi passi. Anche se, poche ore prima, in radio, lo aveva definito nella seguente maniera.

Separazione inevitabile, tifosi che insorgono e Palermo ulteriormente nel baratro. La squadra viene affidata a Novellino, che eredita un gruppo con in dote 27 punti (uno in meno rispetto a quelli attuali).

Zamparini, intanto, prende la parola. E, tra i giudizi sui tifosi e sulla “sfortuna” relativa agli allenatori, fa un annuncio. Circa tre mesi fa avevo chiesto a Trapattoni se voleva fare il presidente. Io non seguo la squadra da vicino, così ho pensato ad un personaggio simile al Trap che mi vada a sostituire e stia vicino alla squadra in questo momento delicato – la sua premessa -. Assumerò una figura dello stesso calibro di Trapattoni e arriverà a partire dalla prossima settimana. Così la smetterete di scrivere che sto facendo retrocedere la squadra con le mie dichiarazioni e le mie decisioni. Chi è? Non ve lo dico.

Il primo nome che balza in mente è quello di Gigi Simoni che, tuttavia, precisa: Contatti recenti con il presidente Zamparini non ce ne sono stati, anche se a lui mi lega un bel rapporto. Certo è che se mi chiedessero l’anno prossimo di divenire il presidente di una squadra di serie A, potrei solo esserne felice, aveva detto l’attuale presidente della Cremonese.

Poi, il silenzio. L’annuncio del presidente termina nel dimenticatoio e quella fermezza con cui prometteva di lasciare il club a fine stagione (“Tanto gli investitori interessati al Palermo già ci sono”) scema improvvisamente.

Tifoseria e spogliatoio si ricredono: non saranno questi gli ultimi mesi dell’imprenditore friulano alla guida dei siciliani. “Indipendentemente da quello che sarà l’esito del campionato, Zampa manterrà lo scettro”, l’opinione abbastanza diffusa. Certo, d’altronde – nonostante l’aiuto richiesto a Tacopina – di investitori realmente intenzionati a rilevare la società non se ne trovano.

Intanto il Palermo continua a perdere in campionato e l’ipotesi retrocessione è sempre più viva. Finché il tecnico non termina sulla graticola. Novellino all’ultima spiaggia. Sì, anzi no. Zamparini vuole smentire, ma la sensazione è che la partita contro la Lazio – il tecnico di Montemarano – non può proprio permettersi di fallirla. Già pronto Ballardini, con il patron friulano ha un ottimo rapporto.

Buoni uffici anche con Gianni Di Marzio, ex allenatore, dirigente e consulente di mercato. Un passato al Palermo – dove ha chiuso, nel 1991-92, la sua carriera da tecnico, non riuscendo a evitare la retrocessione della squadra in C1 – e anche alle dipende Zamparini, ma al Venezia, dove assurge al ruolo di direttore sportivo. In quello stesso periodo storico, dal ’96 al ’98, sulla panchina dei lagunari c’è l’attuale mister rosa, Walter Novellino.

Dopo diciott’anni il presidente friulano gli chiede nuovamente una mano: sarà il suo consulente personale, ma con una carica speciale. Provvederà alla valutazione tecnica della rosa della Prima Squadra in questo finale di campionato ed in vista della prossima stagione sportiva. Non è – almeno ufficialmente – quel presidente annunciato a più riprese da Zampa, ma si tratta sempre di una figura di spessore che al patron interessa avere in seno alla società, al fine di curare l’immagine del club all’estero. Una voce in più da ascoltare per togliere la squadra dai guai. “Farò valutazioni tecniche sui calciatori. Zamparini mi ha chiesto questo favore, sono suo amico e lo faccio volentieri – le sue prime parole -. Dirò cosa può servire a livello d’organico. Sarà il presidente a decidere, io farò solo valutazioni tecniche”. Un ds? Probabilmente. E gli slavi? Lemic e Curkovic continuano a consigliare il presidente, ma – a differenza di Di Marzio – nessuna carica ufficiale.

8 commenti

8 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. vicio64 - 2 anni fa

    l’unico presidente in Italia che da un po di tempo parla troppo e fa pochi fatti,mettiamoci l’anima in pace,quest’anno siamo con un piede in B,speriamo solo che arrivino degli imprenditori seri,SUPERZampa e agli sgoccioli,lui di tasca sua non mette soldi,e’ una societa’ che vive di plusvalenze.
    Come tifosi vediamo di lagnarci meno,anche se ci sono tutti i presupposti per farlo,certo non andare allo stadio e’ controproducente,Palermo non si merita questa classifica,facciamo la nostra parte,domenica sera tutti allo stadio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Alessio Rubino - 2 anni fa

    Ma che cazzo gli serve se a detto che deve andare via..!!.?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. nick - 2 anni fa

    Sinceramente ste cose mi sanno di prese per i fondelli
    Il senso qual’è?
    Prendere una figurina per fare da parafulmine?
    Le valutazioni tecniche le fai ad aprile? Che poi tanto lui dei consigli se ne sbatte

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Lucka90 - 2 anni fa

    L’ennesimo consulente! Abbiamo capito… Zampa non molla!! Altro che possibili acquirenti…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Allenatore - 2 anni fa

    Di marzio avverti Novellino e Zamparini, non voglio sentire nominare struna da qui alla fine del campionato. CARO NOVELLINO se inserisci struna STRAPPO l’abbonamento perché sarebbe un’offesa a noi tifosi .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Gabriele Ruisi - 2 anni fa

    Bagueira…altro stipendio inutile del palermo calcio…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Alessandro Lo Sasso - 2 anni fa

    Fantozzi..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Massimo Di Gregorio - 2 anni fa

    E cosa deve consigliare Di Marzio a stagione quasi conclusa e probabilmente compromessa? Che gli potrà dire? che la squadra è mediocre? Anche se glielo dice Zamparini è talmente arrogante che dirà che Di Marzio non ne capisce niente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy