Palermo, Toni e quel gol al Messina: “Anni fantastici. Stadio sempre pieno, adesso…”

Palermo, Toni e quel gol al Messina: “Anni fantastici. Stadio sempre pieno, adesso…”

L’ex attaccante rosanero ripercorre alcuni dei momenti salienti della sua fetta di carriera passata nel capoluogo siciliano, analizzando anche il momento attualmente vissuto dal Palermo di Bruno Tedino

di Mediagol97

Una rete impossibile da dimenticare.

Luca Toni ricorda così il suo gol nel primo derby di Serie A fra Palermo e Messina, giocato esattamente 13 anni fa (ovvero il 10 aprile del 2005 con il risultato di 2-1): durante un’intervista rilasciata ai microfoni de Il Giornale di Sicilia, l’ex attaccante rosanero ripercorre alcuni dei momenti salienti della sua fetta di carriera passata nel capoluogo siciliano, analizzando anche il momento vissuto attualmente dalla squadra allenata da Bruno Tedino.

L’ex centravanti della Nazionale italiana non ricorda aneddoti particolari, ma l’immagine di quel gol è ancora chiara nella sua mente: “Che fosse una partita molto sentita è ovvio. Anche in Serie B c’era abbastanza rivalità: era il Messina di Di Napoli, Zoro, Storari; dopo esserci ritrovate in massima serie a lottare per obiettivi comuni ci sta che quella sfida avesse un sapore particolareRicordo benissimo il gol, uno dei più belli in quei due anni trascorsi a Palermo secondo me. Poi quando si tratta di segnare gol decisivi in quel caso diventa ancora più bello“.

Poi una battuta fra passato e presente: “Quello è stato davvero un campionato importante per la mia carriera, l’anno del lancio per me dopo aver fatto molto bene in Serie B ed essermi consacrato nella prima stagione in massima serie, arrivando anche alla Nazionale. Porto ancora con me l’entusiasmo della città: sono stati due anni fantastici col tutto esaurito sempre garantito allo stadio; non è una situazione paragonabile con quella attuale. É brutto vedere quegli spalti vuoti: è necessario un riavvicinamento alla società ma anche una squadra capace per riportare questa piazza dove merita“.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. sbt5 - 4 mesi fa

    Belle parole che ormai conosciamo sino alla noia. C è un artefice di tale disastro e deve andare via.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy