PALERMO: SCHEDA TECNICA DI ZOUHAIR FEDDAL

PALERMO: SCHEDA TECNICA DI ZOUHAIR FEDDAL

La scheda tecnica del nuovo rinforzo del Palermo

di Claudio Scaglione

È fatta per il quarto colpo dell’era Franco Ceravolo in rosanero: dopo aver ufficializzato Chochev, Quaison e Luca Rigoni, il Palermo sta per accogliere Zouhair Feddal. Si tratta di un classe ’89 di proprietà del Parma, che può interpretare decorosamente diversi ruoli: dal difensore centrale all’esterno di sinistra, passando per il mediano di centrocampo.

TIPO D’OPERAZIONE Differentemente da quanto avvenuto coi tre precedenti innesti, l’operazione Feddal al Palermo si baserebbe su un prestito oneroso con diritto di riscatto in favore del club rosanero. Per il calciatore marocchino si tratta del secondo prestito di fila, essendo stato girato a titolo temporaneo già nel settembre 2013 al Siena di Beretta, dove ha collezionato 30 presenze, un gol e un assist.

CARATTERISTICHE TECNICHE Guardando a quella che è l’idea di gioco di Beppe Iachini – il quale reputa necessario che i suoi giocatori siano in grado di interpretare più ruoli – si può tranquillamente sostenere che le caratteristiche tecniche di Feddal non faranno che comodo alla causa rosanero. Con le maglie di San Roque (in Spagna), Fus Rabat (in Marocco) e quindi del Siena, il 25enne giocatore che possiede il passaporto spagnolo, ha dato dimostrazione di fare della duttilità il suo pezzo forte: può essere schierato da difensore, esterno o – cosa che è capitata in rare occasioni – da mediano. È opinione diffusa che la scelta di Iachini sia ricaduta su di lui proprio per questo eclettismo che aiuterebbe il mister nei momenti di difficoltà.

LEADER DIFENSIVO E UOMO DI GAMBA Ogni qualvolta ha giocato nella linea difensiva non ha tradito le aspettative: aiutato dal fisico statuario, 191 cm per 83 kg, ha sempre brillato per l’attenzione e il tempismo con cui effettua gli interventi di difesa, aerei e non. Al contempo è un uomo di gamba e corsa che, se schierato da esterno mancino in un 3-5-2, assicura progressioni sulla fascia e cross in area di rigore. Propizia gol per i compagni e alle volte timbra anch’egli il cartellino: le reti per Feddal sono arrivate sia perché accompagna instancabilmente le azioni della sua squadra, sia perché è dotato di un sinistro niente male. Ben noto in Marocco un calcio di punizione vincente da lui indirizzato sotto la barriera, in un acceso derby tra Far Rabat e Fus Rabat.

LINEA MAROCCHINA Non farà certamente i salti mortali per ambientarsi in rosanero: il gruppo di Iachini è ben coeso e pronto a dare il benvenuto ad ogni nuovo arrivo. Per lo più Feddal troverà un suo connazionale nella formazione palermitana: trattasi di Achraf Lazaar, tre anni più giovane di lui. I due hanno lo stesso sogno, quello di portare la propria Nazionale ad un Mondiale vent’anni dopo l’ultima partecipazione. Entrambi sono già entrati nelle grazie del ct Badou Zaki che li ha convocati per i tre test-match di fine maggio-inizio giugno, riscuotendo ottimi risultati.

Per i rosa di Maurizio Zamparini si delinea dunque un acquisto di prospettiva: sebbene non sia giovanissimo (ha compiuto 25 anni lo scorso gennaio), Feddal deve ancora mostrare al pubblico italiano le sue doti elencate sinora: nelle sue intenzioni vi è la voglia di affermarsi nel nostro calcio il più presto possibile. I numeri non gli mancano di certo: colpi di testa, duttilità, gamba e … spirito di abnegazione. La qualità principale per un sergente di ferro come Beppe Iachini.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy