Palermo: sarà rivoluzione estiva. In molti con la valigia in mano, pronti a dire addio

Palermo: sarà rivoluzione estiva. In molti con la valigia in mano, pronti a dire addio

La società rosanero sarà molto attiva sul fronte delle cessioni. Tra scadenze contrattuali e cessioni il Palermo cambierà volto in vista della prossima stagione.

4 commenti

Sarà una vera e propria rivoluzione estiva. Il calciomercato del Palermo, almeno sul fronte delle cessioni, si rivelerà scoppiettante.

Sono in molti quelli con la valigia in mano e in procinto di lasciare la piazza palermitana. Partendo dalle retrovie della squadra rosanero il primo a salutare è il portiere, Stefano Sorrentino. Una notizia che non desta stupore e non allarma più di tanto la tifoseria siciliana, già al corrente dei piani impopolari della società di viale del Fante che non rinnoverà il contratto al giocatore classe ’79 molto vicino alla firma con il Chievo Verona (per lui pronti 3 anni di contratto in maglia gialloblu). Nella giornata di ieri è arrivata anche la conferma da parte di Lady Sorrentino attraverso la propria pagina Instagram, non una ‘breaking news’ ma piuttosto un’anticipazione di ciò che avverrà tra i pali del club palermitano. I vertici della compagine rosanero valuteranno infatti il ‘portierino’ Josip Posavec, il quale, se non sarà pronto, farà da vice ad un giocatore più ‘smaliziato’ per la massima serie.

LEGGI ANCHE: PALERMO, BUFFON A 38 ANNI PILASTRO DELLA JUVE, SORRENTINO 37 ANNI PER ZAMPARINI E’ VECCHIO

Difesa – La stagione del costaricense, Giancarlo Gonzalez, ha fatto storcere il naso a molti addetti ai lavori e la sua conferma per la prossima stagione è in bilico – secondo quanto si legge nell’edizione odierna de ‘Il Giornale di Sicilia’ -. Stessa cosa vale per il terzino marocchino Achraf Lazaar, involuto in questo campionato e finito nella lista dei partenti. Ballardini ripartirà dallo zoccolo duro formato da Rispoli, Morganella, Cionek e Andelkovic, considerati di sicura affidabilità dallo stesso allenatore ravennate. In bilico lo sloveno Struna, che però non ha lo stesso mercato della scorsa estate quando si rivelò una delle note liete del Carpi.

Centrocampo – Nella lista dei cedibili è possibile ritrovare lo svedese Robin Quaison, sia per motivi tecnici che contrattuali, e il bulgaro Chochev, che non è riuscito mai ad affermarsi del tutto. Il regista Enzo Maresca, non rinnoverà il contratto mentre il flop invernale, Bryan Cristante, tornerà alla base Benfica. Il capitano della nazionale svedese under 21, Oscar Hiljemark, dovrebbe essere confermato nonostante i vari estimatori, che però dopo la prima parte di stagione son diminuiti progressivamente. Sarà confermato per la prossima stagione l’uruguaiano Gaston Brugman, stimato dal tecnico Davide Ballardini.

Attacco – Il futuro si chiama Balogh, così come affermato dallo stesso presidente Maurizio Zamparini, così come sarà certo di rimanere Trajkovski, pupillo del patron friulano. Il presente però ha il nome di Alberto Gilardino, rivelatosi leader silenzioso ma incontrastato del Palermo. L’attaccante di Biella incontrerà la dirigenza siciliana per avere qualche certezza in più ed evitare di rivestire il ruolo di continuo precario. Scontata la partenza del ‘MudoVazquez, alla quale si aggiunge anche quella del giocatore serbo, Uros Djurdjevic, che dopo il suo arrivo in Sicilia a parametro zero non dovrebbe avere difficoltà di collocazione per mano soprattutto dei consulenti slavi di Zamparini.

LEGGI: Gilardino: “Resto, ma ad una condizione”

4 commenti

4 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. gian4 - 1 anno fa

    2 forti gi0catori per reparto oltre il portiere; ed attingere dalla primavera ( La Gumina etc,,) ; e senza prendere porri; e possibilmente non fare la campagna acquisti indicando solo le intenzioni per poi non concludere un cavolo ( v Calleri etc…… ); forza palermo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. DarioPa - 1 anno fa

    Ma perché i centrocampisti chi sono ?
    Non ce n’è!! Neanche numericamente..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Calex - 1 anno fa

    Guardando i vari reparti, la difesa e l’attacco sono quelli che necessitano di innesti di qualità. Non si può assistere ad un altro campionato con la stessa situazione di quest’anno. E’ andata bene alla fine ma non si può sperare sempre che gli altri facciano peggio….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Louie15 - 1 anno fa

    Mi viene da vomitare…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy