Palermo retrocesso in Serie C, Albanese: “Ecco cosa mi ha detto la famiglia Tuttolomondo. Non capisco una cosa…”

Palermo retrocesso in Serie C, Albanese: “Ecco cosa mi ha detto la famiglia Tuttolomondo. Non capisco una cosa…”

Le dichiarazioni rilasciate dal presidente del Palermo: “Questa città non merita la Serie C, se fosse stato fatto qualcosa di grave l’avrei capito”

La sentenza è arrivata.

Ultimo posto e retrocessione in Serie C per il Palermo. E’ questa la decisione del Tribunale Federale Nazionale della FIGC sull’illecito amministrativo contestato dalla Procura al club di viale del Fante. Il Tribunale ha invece dichiarato inammissibile il deferimento nei confronti dell’ex patron Maurizio Zamparini. Cinque anni con preclusione (di fatto la radiazione) sono stati inflitti ad Anastasio Morosi, due anni di inibizione, invece, a Giovanni Giammarva.

“Una sentenza incomprensibile – ha dichiarato il presidente del Palermo Alessandro Albanese ai microfoni di Gianlucadimarzio.com -. Stiamo già proponendo l’Appello per dimostrare la capitalizzazione del gruppo che ha acquistato il Palermo e gli imprenditori vicini che hanno rilevato la società. Dimostreremo che se si pensa di fare un danno irrisorio in realtà questo è superiore, un danno fatto non solo alla società, ma all’intera città, ai tifosi ed ai colori rosanero. Questa città non merita la Serie C, se fosse stato fatto qualcosa di grave l’avrei capito. Ho già sentito la famiglia Tuttolomondo, sono più carichi di prima ed hanno la voglia e la volontà di dimostrare la solidità del gruppo. Deferimento dichiarato inammissibile nei confronti di Zamparini? Non comprendo anche questo. Probabilmente ci sarà qualcuno che ce lo spiegherà”, ha concluso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy