Palermo: paracadute, sponsor e cessione club. Zamparini non vuole retrocedere, tutto spiegato in quattro punti

Palermo: paracadute, sponsor e cessione club. Zamparini non vuole retrocedere, tutto spiegato in quattro punti

Andare in serie B non conviene per niente al patron e ai rosanero. Non conviene dal punto di vista sportivo e, soprattutto non conviene sul piano finanziario.

2 commenti

Pericolo retrocessione

Ma davvero Zamparini vuole andare in serie B per un suo tornaconto personale? È quanto si domanda l’edizione odierna de ‘La Repubblica‘.

Il quotidiano generalista analizza, punto per punto, tutte le perdite economico-finanziarie cui dovrebbe far fronte la società di viale del Fante, nella malaugurata ipotesi della retrocessione. È un argomento abbastanza discusso tra i tifosi che non hanno potuto far a meno di ascoltare le dichiarazioni rilasciate dal presidente Zamparini, qualche giorno fa, a proposito del paracadute finanziario.

Di seguito l’audio dell’intervista.

Andare in serie B non conviene per niente al patron e ai rosanero – esordisce ‘La Repubblica‘ -. Non conviene dal punto di vista sportivo e, soprattutto non conviene dal punto di vista finanziario. Se il Palermo restasse in serie A, il prossimo anno incasserebbe 38 milioni di euro di soli diritti televisivi. L’anno della serie B, invece, dalla televisione sono arrivati appena 408.348 euro. La lega di B, nella distribuzione dei soldi, parte da un settantacinque per cento fisso per tutte le squadre e un venticinque per cento derivante dal risultato agonistico conseguito a fine stagione. Quindi a tale proposito si possono fare solo previsioni che, nella migliore delle ipotesi, porterebbero nelle casse dei rosa intorno ai 4,5 milioni che verrebbero incassati alla fine del campionato. Per fare un confronto tra l’anno della B e quello precedente in serie A (33 milioni 499 mila euro) gli introiti televisivi sono calati del 99 per cento.

Futuro Palermo: cordata anglo-giapponese disposta a rilevare la società, ma ad una condizione

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. rosanero84 - 2 anni fa

    L’articolo però non dice che i costi di gestione sarebbero notevolmente ridotti. Bastano 10 milioni per fare una rosa per la A con ingaggi non superiori a 500.000 euro per via anche del salary cap. Risali immediatamente già ad aprile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Willy Wonka Rosanero - 2 anni fa

    Delle bufale, preferisco mangiare la mozzarella… Sarà l’ennesimo tentativo di depistaggio mediatico (Leggasi “bufala”)?

    Spero sia vero… Anche Perinetti ha confermato l’interesse di acquisto…

    Di mezzo c’è la permanenza in A… Cosa ahimè non proprio così scontata…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy