Palermo: Novellino “esclude” Trajkovski e Struna, altra chance per Hiljemark

Palermo: Novellino “esclude” Trajkovski e Struna, altra chance per Hiljemark

Le scelte del tecnico rosanero in vista del match di domenica sera contro la Lazio.

8 commenti

Tre giorni d’attesa per Walter Alfredo Novellino.

Il tecnico del Palermo sa di giocarsi la riconferma nel match di domenica contro la Lazio: perdere coi biancocelesti potrebbe decretare l’ennesimo esonero della stagione. Il mister ex Modena ripartirà dal suo marchio di fabbrica, il 4-4-2. L’assenza per squalifica di Franco Vazquez e le considerazioni che l’allenatore rosa ha fatto durante la settimana stanno indirizzando le sue scelte verso l’esclusione di Struna e Trajkovski. Dovrebbe avere un’altra possibilità, invece, Oscar Hiljemark dopo la sostituzione nel corso del primo domenica scorsa a Verona.

Palermo: rivoluzione di Novellino, tre bocciature. La Gumina forse, Bentivegna no

Al “Barbera” nel posticipo serale contro la Lazio andrà in campo quindi l’ennesimo Palermo della stagione: davanti al portiere Sorrentino – informa l’edizione odierna de ‘La Repubblica‘ – il terzino destro sarà Vitiello, sempre più in vantaggio su Rispoli. Morganella, invece, agirà più avanti nel ruolo di esterno destro a centrocampo. Sulla catena di sinistra giocheranno contemporaneamente Pezzella nelle vesti di terzino e Lazaar a centrocampo. Alle fasce sarà chiesto il doppio lavoro: di contenere gli esterni della Lazio in fase difensiva, con particolare attenzione alle discese di Candreva e Felipe Anderson, e proporre in fase di spinta palloni giocabili al centro all’indirizzo di Gilardino. Ma non sarà una squadra monotematica con palloni al centro dal fondo e basta: Novellino sta lavorando anche sull’imprevedibilità e la rapidità delle giocate centrali, per questo motivo accanto a Gilardino si rivedrà Quaison. Lo svedese fino ad ora con Novellino è stato impiegato da attaccante esterno o da finta mezzala: adesso i nuovi compiti da seconda punta. A completare la formazione rosanero si rivedrà Gonzalez in difesa che tornerà al suo posto, dopo il turno di riposo contro il Chievo, accanto ad Andelkovic. Goldaniga migliora di giorno in giorno, ma difficilmente sarà impiegato dal primo minuto contro la Lazio; a centrocampo spazio alla coppia Hiljemark e Jajalo.

Gianni Di Marzio tra le scoperte di Maradona, Ibra e CR7: “Zamparini meglio di De Laurentiis”

Partiranno dalla panchina, dunque, Struna e Trajkovski, due dei giocatori maggiormente al centro delle critiche da parte dei tifosi. Entrambi ieri sono stati schierati con la squadra delle possibili riserve, insieme a Posavec, Rispoli, Cionek, Bentivegna, Brugman, Maresca, Chochev, Balogh e Djurdjevic.

8 commenti

8 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Fabry Tery Falzone - 10 mesi fa

    La Lazio verrà qui per dimostrare che è in salute e ancora non in vacanza. …quindi giochiamo solo ed esclusivamente per vincere. …
    Sorrentino

    Goldaniga/vitello Gonzalez
    Rispoli lazaar

    Hiljemark Jajalo
    Quaison Bentivegna
    Gilardino Lagumina

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Carmelo Galbato - 10 mesi fa

    Era oraaaaaaa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Michele Consiglio - 10 mesi fa

    Togliere Struna è un passo avanti, ma i problemi del Palermo derivano da un centrocampo inesistente dal punto di vista tecnico. Jajalo titolare in serie A… Mah! La partita contro la Lazio sarà difficile perché anche loro devono risollevarsi da un periodo negativo. Senza Vazquez manca uno dei 2-3 calciatori di categoria che abbiamo in rosa, possiamo solo sperare che gli altri decidano di giocare al 150%, meno non basterebbe.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Paolo Bertolino - 10 mesi fa

    Ci voleva tanto a capire

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Umberto Cordone - 10 mesi fa

    Trajkovski invece lo vorrei rivedere con una squadra che gira intorno a lui, per me potrebbe sostituire “degnamente” El Mudo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Antonello Provenzano - 10 mesi fa

      Non ha le stesse caratteristiche di Vasquez, ma anche io penso possa essere un giocatore principale.
      Vasquez stesso, non fosse stato per Iachini, si sarebbe perso, visto che giocava in una squadra sbandata, fuori ruolo, al punto da essere finito fuori rosa.
      I giocatori si valorizzano in una squadra che gioca tranquilla: non è questo il momento per giudicare Traikovskji secondo me

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Umberto Cordone - 10 mesi fa

      Antonello Provenzano è uno dei tanti nazionali “minori” di cui Maurizio Zamparini si vanta, ma a me non dispiace, i numeri non gli mancano, vede discretamente la porta, in un 433 farebbe la sua porca figura…. anche se io sogno un tridente Embalo La Gumina Bentivegna con uno alla ZEMAN o Delio Rossi in pachina…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Umberto Cordone - 10 mesi fa

    Rispoli, Morganella e Vitiello non sono dei CAMPIONI, ma vedere in campo Struna e loro in panchina è un sacrilegio!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy