Palermo: le mosse di Zamparini per convincere Iachini a tornare in panchina

Palermo: le mosse di Zamparini per convincere Iachini a tornare in panchina

Alcuni retroscena svelano le mosse del patron friulano per convincere Iachini a tornare sulla panchina rosanero.

Commenta per primo!

Chiedo perdono per questo mese di caos, che eventi paradossali hanno provocato, con l’auto allontanamento di Ballardini e Schelotto , spero che non tutti i mali vengano per nuocere poiché il caos, dovuto anche a mie errate valutazioni e incomprensioni con Iachini, ha permesso di ricomporre un matrimonio con lo stesso Beppe, che spero, con la massima collaborazione di entrambi, ci riporti ai successi che Palermo merita“. Queste le parole del presidente Zamparini a proposito della riconciliazione con il tecnico marchigiano Beppe Iachini, ma dietro queste belle frasi ci sarebbe molto altro. L’allenatore ritornato a guidare la squadra rosanero dopo il suo esonero di inizio novembre avrebbe – secondo quanto riportato da ‘La Gazzetta dello Sport’ – chiesto delle garanzie tecniche: completa autonomia gestionale senza nessuna interferenza presidenziale, condizioni essenziali per continuare il rapporto con il club siciliano e con lo stesso patron friulano. Ma questo non sarebbe l’unico retroscena della tregua tra i due protagonisti. Zamparini avrebbe inoltre messo sul piatto anche un cospicuo premio salvezza per convincere Iachini a tornare, e non è escluso che al termine di questa stagione il Palermo non eserciti l’opzione che gli permetterebbe di rinnovare per un altro anno il contratto del tecnico. La prima decisione dell’allenatore infine sarebbe stata l’annullamento del ritiro preventivato dalla società rosanero dopo la brutta sconfitta contro il Torino. Una scelta oculata per riportare serenità all’interno della squadra.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy