Palermo: la rivoluzione di Novellino. Torna Gilardino ed è 4-3-3. Gonzalez in forse, tutti i cambiamenti

Palermo: la rivoluzione di Novellino. Torna Gilardino ed è 4-3-3. Gonzalez in forse, tutti i cambiamenti

Le scelte del tecnico di Montemarano che deve preparare la partita del Bentegodi facendo i conti con gli assenti impegnati con le rispettive Nazionali.

7 commenti

Non più dieci, ma otto.

Questo il numero di giocatori su cui attualmente il Palermo non può fare affidamento perché convocati dai ct delle rispettive Nazionali. Pezzella e Trajkovski sono tornati in Sicilia anzitempo: il primo a causa di un infortunio (qui i dettagli) che probabilmente lo terrà out per alcune settimane; il macedone sta bene e in un momento così delicato ha deciso di saltare un’amichevole con la Selezione di Angelovski (avrebbe dovuto giocare il 29 marzo contro la Bulgaria di Chochev).

Palermo: i giocatori convocati dalle rispettive Nazionali, gli impegni

Novellino fa la conta. Balogh, Chochev, Djurjdevic, Hiljemark, Lazaar, Posavec, Struna e Gonzalez non si trovano attualmente a Boccadifalco, bensì in giro per il mondo. E non si è citato Gonzalez per ultimo a caso: quella del Pipo è la situazione più particolare. Il costaricense, che giocherà il doppio confronto con la Giamaica (qui il video), tornerà in Sicilia appena due-tre giorni prima dell’incontro del Bentegodi. All’allenatore del Palermo serve un’alternativa. Avanza l’ipotesi Thiago Cionek, al debutto in Serie A alle soglie dei trent’anni. Novellino, che lo conosce, lo stima per l’educazione professionale: Thiago prima lavora in gruppo, poi fa gli straordinari per conto suo, infine va al muro, per definire l’aspetto tecnico.

Serie A: tabella corsa salvezza, tutte le partite per non retrocedere

Quella del naturalizzato polacco, tuttavia, dovrebbe non essere l’unica novità di formazione apportata da Novellino in vista del match della 31esima giornata. In questi giorni il mister campano avrebbe provato Vazquez nel ruolo che gli aveva dato Guillermo Barros Schelotto. 4-3-3 con il Mudo a destra, uno tra Trajkovski, Bentivegna e Quaison a sinistra e soprattutto il bomber biellese terminale offensivo. Per completezza, a centrocampo agirebbero Jajalo (in cabina di regia), con Hiljemark e Brugman ai fianchi (da non sottovalutare il rientro dalla squalifica di Chochev). In difesa da valutare in quali condizioni tornerà dalla Slovenia Aljaz Struna: al suo posto potrebbe esserci quel Morganella idolo della piazza che insieme a Cionek, Andelkovic e Lazaar comporrebbero il quartetto. In attesa che recuperi totalmente dall’infortunio Edoardo Goldaniga

7 commenti

7 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. gianfra32 - 1 anno fa

    e Lagumina ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Alessio Prestigiacomo - 1 anno fa

    A simana prossima iucamo 1-1-9

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Eterno Palermo - 1 anno fa

    Apposto…. Questo ha le idee chiare…chiarissime

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Louie15 - 1 anno fa

      Non può essere altrimenti, con una squadra allestita a cazzo di cane già in estate e che si è pure indebolita a gennaio. La squadra si costruisce attorno alle idee tattiche di UN allenatore – cosa che già Zamparini non fa mai – figurati che deve combinare Novellino, settimo allenatore in 7 mesi…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Fabio Cannella - 1 anno fa

    Cambia o non cambia sempre cucuzzi..cia’….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Giovanni Piscitello - 1 anno fa

    finalmente zamparini ha capito come fare schierare la formazione a novellino?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. gianfra32 - 1 anno fa

    va bene così

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy