PALERMO-JUVENTUS, LE PAGELLE DI MEDIAGOL

PALERMO-JUVENTUS, LE PAGELLE DI MEDIAGOL

Di Fabrizio Anselmo
.

Commenta per primo!

Di Fabrizio Anselmo

Il Palermo perde in casa contro la Juventus, attuale e prossima squadra campione d’Italia, in una partita che ha visto le due formazioni battagliare a centrocampo senza esclusione di colpi. Bocciati i due argentini nella prova di maturità contro la capolista: in queste partite, oltre alla classe, serve tanta personalità. Forse guardare qualche DVD di Fabrizio Miccoli potrebbe giovare a entrambi. Adesso testa alla sfida contro il Chievo, avversario storicamente ostico e in cerca di punti salvezza.

SORRENTINO 6 incolpevole sulla rasoiata a fil di palo di Morata, il neo capitano rosanero non festeggia nel migliore dei modi l’investitura ufficiale.

VITIELLO 7 perfetto negli anticipi, evita sempre l’uno contro uno con i più tecnici attaccanti bianconeri, temporeggiando e attendendo il raddoppio di Rispoli.

TERZI 6 partita ordinata per l’ex Siena che tiene la posizione e cerca sempre l’appoggio su Maresca.

ANDELKOVIC 5,5 sul gol di Morata si limita a osservare lo spagnolo stoppare, posizionarsi la palla sul sinistro e concludere a fil di palo. A sua discolpa il fatto che Morata sia un destro naturale.

RISPOLI 6,5 puntuale in avanti e prezioso in difesa, disputa una partita di quantità e qualità.

RIGONI 6 partita sporca, fatta di chiusure, centimetri e inserimenti. Contro un avversario di questo calibro, sarebbe stato difficile per tutti.

MARESCA 5,5 partita da spettatore più per meriti della Juve che per demeriti suoi. JAJALO (dal 17’s.t.) S.V. pochi palloni toccati.

BARRETO 5+ vaga in mezzo al campo alla ricerca della posizione ma non riesce a incidere né in fase di copertura né in impostazione. Il capitano rosanero, gladiatore di tante battaglie, non attraversa un periodo particolarmente positivo, e i fischi dei tifosi al momento del cambio sono eloquenti. BELOTTI (dal 30’s.t.) S.V. entra in una fase di gioco in cui il Palermo cerca il gol del pari senza imbastire una vera e propria manovra, e soffre la mancanza di appoggi da parte di Vazquez.

DAPRELÀ 6 non riesce mai a sfondare dalla sinistra ma tiene la posizione evitando alla Juventus di rendersi veramente pericolosa dalla sua zona di competenza. EMERSON (dal 37’s.t.) S.V. ottimo l’approccio con la partita.

VAZQUEZ 5- comincia la partita con un tunnel su Tevez, poi lentamente sparisce dal campo fino a ricomparire in occasione dei contropiedi degli avversari che nascono quasi sempre da suoi dribbling sbagliati, come nel caso del gol decisivo di Morata.

DYBALA 5 Allegri chiude tatticamente gli spazi all’argentino togliendo ossigeno alle sue giocate. Al fuoriclasse rosanero manca probabilmente la personalità da trascinatore di un Fabrizio Miccoli, ma l’età gioca dalla sua parte, sempre se Dybala continuerà a rimanere umile come adesso. A volte si impara più da una sconfitta che da una vittoria.

IACHINI 6 a differenza dell’andata, imposta il Palermo per giocare a viso aperto contro la corazzata bianconera, ma è una sconfitta (preventivabile) che non può che motivare ancora di più i rosa.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy