Palermo-Inter: le ultime sulle formazioni. Iachini, tra ballottaggi e certezze, sa come affrontare i nerazzurri

Palermo-Inter: le ultime sulle formazioni. Iachini, tra ballottaggi e certezze, sa come affrontare i nerazzurri

Le ultime sulle formazioni di Palermo-Inter

Commenta per primo!

di Claudio Scaglione

Inquadrare bene quanto di positivo fatto emergere nel match contro il Bologna e riproporlo al Barbera sabato sera, quando la sfida sarà nettamente meno abbordabile: alla Favorita i rosa dovranno affrontare l’Inter di Roberto Mancini. Iachini è ben consapevole del modo in cui i nerazzurri hanno fin qui vinto le cinque partite stagionali, quelle che hanno permesso loro di essere ai vertici della classifica: intensità, cinismo, cattiveria e – infine – anche una buona dose di fortuna. Non proprio un gran bel gioco quello offerto fin qui da Icardi e compagni che, in attesa di un migliore inserimento dei tanti volti nuovi nell’organico del ‘Mancio‘, hanno sfruttato al massimo gli episodi capitati in queste prime otto giornate.

Giocarsela alla pari – L’allenatore rosanero non vuole concedere nulla agli avversari: né superiorità, né ripartenze e nemmeno errori. Il tempo degli esperimenti è finito già da un pezzo, adesso si punta sulle vecchie (ma rassicuranti) certezze. 3-5-2 già visto in Emilia e interpreti simili. Il presidente è rimasto soddisfatto dalla convincente prestazione di Andelkovic, lo rivuole in campo, ma il tecnico marchigiano ci penserà più di una volta a lasciar fuori El Kaoutari. L’ex Montpellier ha recuperato del tutto dal risentimento muscolare accusato sabato scorso e, se integro, viene sempre preferito allo sloveno. Il motivo? Un piccolo ma grande dettaglio che Iachini non tralascia: è mancino e in fase di impostazione guadagnerebbe – rispetto ad Andelkovic – un tempo di gioco. Quando si preparano sfide così importanti, è necessario attenzionare anche particolari di questa caratura.

Le riconferme – Oltre al centrale classe ’86, il match del Dall’Ara è stato utile anche a Maresca per conseguire l’esordio da titolare in stagione. Ora che è tornato a pieno regime, il regista ex Siviglia a stento riuscirà a essere tagliato fuori dall’undici iniziale. Le quotazioni che lo riguardano continuano ad essere elevate, così come sono alte le possibilità di vedere dal primo minuto Mato Jajalo e Luca Rigoni ai suoi fianchi. Il croato sembrerebbe l’uomo giusto per conferire quantità e muscoli a una linea mediana che sarà chiamata a lottare fino all’ultima sportellata coi mediani dell’Inter. Hiljemark potrebbe farne le spese, ma – prima di escluderlo del tutto – Iachini vorrà ricevere adeguate garanzie dai due appena citati. Per il resto, pochi dubbi: Sorrentino tra i pali; Struna e Gonzalez in difesa; Lazaar e Rispoli sulle fasce per poter giocare più palloni possibili e indirizzarli dalle parti di Gilardino, supportato dall’imprescindibile Franco Vazquez.

Probabili formazioni.

PALERMO (3-5-2): Sorrentino; Struna, G. Gonzalez, Andelkovic (40% El Kaoutari); Rispoli, Rigoni, Maresca, Jajalo (30% Hiljemark), Lazaar; Vazquez, Gilardino. All.: Iachini.

Indisponibili: Bolzoni, Djurdjevic, Morganella (tutti per infortunio)

INTER (4-4-2): Handanovic; Santon, Murillo, Miranda, Juan Jesus; Medel, Guarin, Felipe Melo, Perisic; Jovetic, Icardi. All.: Mancini.

Indisponibili: Dodò, Vidic (entrambi per infortunio).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy