Palermo in Serie C, Tavecchio: “Si tenga conto dell’aspetto sociale. La delibera della Lega B? La Figc…”

Palermo in Serie C, Tavecchio: “Si tenga conto dell’aspetto sociale. La delibera della Lega B? La Figc…”

Le dichiarazioni rilasciate da Carlo Tavecchio, ex presidente della Figc: “Bisogna aspettare tutti i gradi di giudizio”

Nella giornata di ieri la sentenza.

Ultimo posto e retrocessione in Serie C per il Palermo. E’ questa la decisione del Tribunale Federale Nazionale della Figc sull’illecito amministrativo contestato dalla Procura al club di viale del Fante. Il Tribunale ha invece dichiarato inammissibile il deferimento nei confronti dell’ex patron Maurizio Zamparini. Cinque anni con preclusione (di fatto la radiazione) sono stati inflitti ad Anastasio Morosi, due anni di inibizione, invece, a Giovanni Giammarva.

Ma non solo, perché “il Consiglio direttivo della Lega Nazionale Professionisti Serie B vista la sentenza pubblicata il 13 maggio 2019 del Tribunale Federale Nazionale, immediatamente esecutiva, relativa all’U.S. Città di Palermo, ha deliberato all’unanimità di procedere con le partite dei playoff con le date già programmate lo scorso 29 aprile”. Niente playout, dunque, e Salernitana e Venezia salve, mentre il Perugia parteciperà ai playoff. Una decisione presa senza aspettare il secondo grado di giudizio.

A tal proposito si è espresso anche l’ex presidente della Figc Carlo Tavecchio, intervistato ai microfoni di ‘TuttoMercatoWeb’.

“La delibera della Serie B su playoff e playout? La FIGC dovrà dire la sua. L’organizzazione dei campionati spetta alle Leghe ma su delega federale. Palermo retrocesso all’ultimo posto del campionato di B? Un provvedimento gravissimo sotto l’aspetto sportivo e delle situazioni che si sono create durante il campionato – ha dichiarato Tavecchio -. E poi parliamo di una piazza importante come Palermo, va anche tenuto conto dell’aspetto sociale. Comunque c’è ancora il secondo grado di giudizio. La Lega B ha deciso che i playoff dovranno giocarsi e che non ci saranno playout, e se il Palermo, intanto che si giocano i playoff, vincesse il secondo grado di giudizio? Non vorrei essere nei panni di chi dovrebbe decidere… Io credo che la FIGC dirà la sua. E in ogni caso bisogna aspettare tutti i gradi di giudizio”, ha concluso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy