Palermo: il mercato del pianto. Promesse dell’Est, zero valori aggiunti e Cristante (che andrà via). Iachini aveva capito che…

Palermo: il mercato del pianto. Promesse dell’Est, zero valori aggiunti e Cristante (che andrà via). Iachini aveva capito che…

La sessione invernale condotta da Gerolin, Zamparini e dai consiglieri slavi s’è segnalata più per una mossa autolesionista, la cessione di Rigoni, che per altro.

di Mediagol40, @Mediagol

Vedi alla voce ‘mercato di riparazione’, ovvero un pianto.

L’edizione odierna del ‘Giornale di Sicilia‘ fa un passo indietro e dedica un approfondimento al mercato di (non)riparazione che ha visto protagonisti i rosanero di Zamparini e dell’allora ds Gerolin. A gennaio magari non si realizzano colpi per vincere scudetti, ma gli aggiustamenti invernali hanno un peso specifico maggiore nella seconda metà della classifica. Prova ne è che Carpi, Palermo e Frosinone hanno operato poco o niente e faticano dannatamente ai piedi della classifica – sottolinea il quotidiano regionale -. Mancosu, Daprelà e De Guzman non stanno facendo sfracelli con gli emiliani, con i ciociari Bardi non ha mai giocato e Ajeti e Kragl non fanno urlare al miracolo.

E poi c’è il capitolo rosanero: la sessione invernale s’è segnalata più per una mossa autolesionista, la cessione di Rigoni al Genoa. Perché Cristante, arrivato con grandi credenziali, non decolla e non sarà riscattato, Posavec e Balogh sono promesse del calcio dell’Est, ma non aggiungono nulla al Palermo del presente, Cionek e Bentivegna (non convocato per scelta tecnica contro il Chievo) arrivati dalla Serie B, fin qui, non si possono certo considerare valori aggiunti.

Palermo: Gerolin non è più il direttore sportivo dei rosa. I 17 mesi del dirigente veneto in Sicilia

Gennaio, in altre stagioni, con direttori sportivi più scafati, aveva regalato ben altro, ma sembra passata un’eternità da allora. A fine gennaio i rosa erano inseguiti in classifica da cinque squadre e quella relativa tranquillità avrà giocato un brutto scherzo alla dirigenza di viale del Fante. Non c’era nemmeno Iachini a dire la sua, già insoddisfatto del calciomercato estivo e che, per la seconda parte della stagione, avrebbe chiesto gente esperta della massima serie e abituata a lottare su ogni pallone, non certo stranieri da plasmare lentamente e pazientemente.

E quando il tecnico marchigiano è tornato, prima di scendere dalla carrozza e rassegnare le dimissioni, ha fatto in fretta a rendersi conto che l’organico – rispetto alla prima parte di stagione – non era affatto migliorato: troppe scommesse e nessuna pedina capace di far cambiare passo, sin da subito, alla squadra.

Palermo: come si sostituisce Franco Vazquez? Due soluzioni, Brugman e…

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. vabbe' - 2 anni fa

    non meriterebbe alcun commento da parte di noi tifosi…ormai aspetto solo che si tolga dai piedi al piu’ presto e finisca questa indegna farsa ; qualunque cosa sara’ meglio di questo spregevole supermercato che è diventato il Palermo con lui presidente …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Pit - 2 anni fa

    La mia sensazione è che ad alcuni giocatori non frega nulla della sorte del Palermo.Paradossalmente,l’unico che non molla e vedo con lo spirito giusto è Gilardino (proprio colui che abbiamo accolto con mille perplessità), l’unico a dimostrare quanto meno professionalità. Ciò a prescindere dalle responsabilità di Zamparini. E’ come se alcuni pensassero già che in ogni caso manterranno la serie in un’altra squadra. Sinceramente auguro loro di andar via ed di fare i parassiti altrove. Spero che in queste rimanenti decisive partite giochi chi ha uno spirito battagliero (es. Morganella) e chi è legato al Palermo dalle radici più che da un contratto (La Gumina). In questo momento il Palermo può essere salvato solo da chi tiene alla maglia ed è disposto a sputare l’anima sino all’ultima partita. E’ a queste qualità che Novellino adesso deve guardare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. spargi49 - 2 anni fa

    Non mi viene neanche voglia di commentare questo nuovo disastro,leggo che c’è chi fa i conti per il prossimo anno,io spero che Zamparini veramente passi la mano a gente che voglia il bene dei tifosi,che non chiedono scudetti o coppe dei campioni,ma un campionato fatto da gente che metta il cuore in campo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Johnny69 - 2 anni fa

    retrocessione programmata abbondantemente in estate….
    pensate 25 milioni di euro come paracadute
    20 milioni per Vazquez
    una 30 per Lazaar-Gonzalez-Hiljemark-Quaison-Embalo-Goldaniga-Chochev-
    e fanno 75 milioni……..
    ne spenderà non più di 5 per fare la squadra in serie B
    e con i vari rientri dai prestiti il gioco è fatto
    tutto disegnato a tavolino
    ormai l’andazzo fino a quando non cederà la società sarà questo.
    AMEN

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. vabbe' - 2 anni fa

      sottoscrivo al 100%….è lo scenario piu’ credibile : una retrocessione scientificamente programmata gia’ dall’estate scorsa…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. VitoChimenti - 2 anni fa

    tutti questi articoli che continuano ad addossare la colpa a Zamparini sono assolutamente inutili e controproducenti. I giocatori sanno che qualsiasi cosa succede la colpa non sara’ data a loro ma al presidente. Purtroppo le grandi squadre hanno anche grandi giornalisti a fare analisi e critica. noi dobbiamo accontentarci di questi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. rosanero84 - 2 anni fa

      Ma per favore. Le altri grandi squadre non hanno un presidente che esonera allenatori e DS in continuazione, che incassa 90 e spende 10, che non impone all’allenatore moduli schemi e giocatori e che fanno debiti comprando bidoni, e parlano soltanto di plusvalenze.
      Con zamparini il calcio a palermo è scomparso. C’è solo un mercatino di gente che va e viene. E pretendi dai giocatori impegno quando sanno che vengono a palermo soltanto per farsi conoscere ed essere venduti alla prossima stagione? Incredibile!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. nick - 2 anni fa

      Certo per voi integralisti la colpa è dei tifosi dei giornalisti dei politici dei giocatori del caso ma MAI del vero responsabile colui che decide tutto dal mercato a chi deve giocare

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Louie15 - 2 anni fa

      Poi mi devi spiegare cosa si prova ad avere un rotolo Scottex al posto della lingua.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. nick - 2 anni fa

    l’ASSURDO è leggere che lui dice di stare preparando il mercato del prossimo anno e che il ds non gli serve e gerolin visto l’ottimo lavoro può rimanere
    della serie altro che ho capito i miei sbagli era la solita presa in giro tipo la stanchezza e l’ultimo anno quando le cose vanno male

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Wolf979 - 2 anni fa

      Bravo, come quando accusa i tifosi che quando si vince è troppo facile stare con lui e criticare quando si perde. Lui fa la stessa cosa. Quando l’annata va bene fa progetti per l’anno dopo, quando va male dice sempre che è l’ultimo anno e vuole lasciare. FURBACCHIONE!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Umberto Cordone - 2 anni fa

    Senza Dignità

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy