PALERMO-GENOA, LE PAGELLE DI MEDIAGOL

PALERMO-GENOA, LE PAGELLE DI MEDIAGOL

Di Fabrizio Anselmo
.

Commenta per primo!

Di Fabrizio Anselmo

Il Palermo vince in casa contro il Genoa con una rete allo scadere di El Kaoutari e vola a -37. Tra gli spunti positivi, una difesa che sembra ancora più solida rispetto al passato, un centrocampo con un po’ di fosforo in più e il solito Vazquez. Nota negativa l’assenza di una vera punta, ma in questo caso allenatore e giocatori non hanno colpe. Prossimo impegno in casa dell’Udinese che vorrà inaugurare il nuovo stadio con un bel risultato dopo la vittoria allo Juventus Stadium.

SORRENTINO 7 salva il risultato nei primi minuti evitando ai rosa di impostare la partita in maniera differente.

VITIELLO 6,5 Pandev è un cliente scomodo, ma lui non si lascia ipnotizzare dalle serpentine del macedone e disputa una partita ordinata e concreta.

GONZALEZ 7 per fortuna dei rosa, nessuno si è accorto che il costaricano è una spanna e mezzo sopra tutti.

EL KAOUTARI 7 difende in maniera cinica, gioca d’esperienza per guadagnare falli preziosi, e spesso si lancia in avanti alla ricerca della giocata giusta. Un gol decisivo e un’intesa perfetta con i compagni di reparto. Attualmente è il miglior acquisto dei rosa.

RISPOLI 5,5 gioca con le polveri bagnate e non sfonda mai sulla destra. Rivedibile anche in difesa dove Laxalt e Ntcham gli creano più di un grattacapo.

RIGONI 5,5 soffre i continui cambi di fascia e finisce per perdere lucidità e posizione. Iachini lo fa uscire per avere un centrocampo con più fosforo. HILJEMARK (dal 27′ s.t.) 6 pochi minuti ma tanto carattere. La stoffa c’è.

JAJALO 6,5 prezioso come sempre davanti la difesa, riesce a mantenere la calma anche in situazioni che richiederebbero di spazzare il pallone in tribuna.

CHOCHEV 5,5 viene schiacciato dai reparti e non trova la collocazione giusta in campo. Iachini lo fa uscire al 32’ del primo tempo. TRAJKOVSKI 6 qualche buon movimento ma poca concretezza. Non mancano le attenuanti al macedone che sicuramente sarà molto utile nel corso della stagione.

LAZAAR 6 cerca di meno il numero o il tiro da lontano e la squadra ne risente in maniera positiva conquistando centimetri preziosi e possesso palla. Senza un centravanti vero non serve cercare con troppa insistenza il fondo. DAPRELÀ (dal 31′ s.t.) S.V. tocca pochi palloni ma mantiene la posizione.

QUAISON 5,5 male da prima punta, in ombra e poco servito nel suo ruolo naturale. Rimandato.

VAZQUEZ 7,5 non sarà rapidissimo, ma ogni centimetro percorso dal Mudo è utile ai fini del gioco. Arretra il baricentro per unire i reparti, crea costantemente la superiorità, delizia il pubblico con giocate da fuoriclasse e sfiora più volte la rete. Se le traverse fossero gol, a quest’ora lotterebbe per la Scarpa d’Oro con CR7 e Messi. Questo Palermo è di Franco Vazquez.

IACHINI 7 solita lettura impeccabile della partita e squadra che incarna lo spirito guerriero del suo allenatore. Giusti gli inserimenti a partita in corso di Tajkovski e Hiljemark che dimostrano di essere già stati ‘mentalizzati’ dal maestro Iachini.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy