Palermo e gli scenari senza closing: Zamparini, Foschi, Di Marzio e… Iachini?

Palermo e gli scenari senza closing: Zamparini, Foschi, Di Marzio e… Iachini?

Per domani attesa la risposta di Paul Baccaglini in merito all’offerta da presentare per l’acquisto del Palermo. Ecco gli scenari in caso di mancato closing.

Commenta per primo!

Domani o mai più. Lunedì 19 giugno 2017 rappresenta la deadline per Paul Baccaglini che, come confermato da Maurizio Zamparini nella giornata di ieri, non ha ancora presentato alcuna offerta ufficiale per l’acquisto del Palermo Calcio.

Entro domani perché, a senso dell’imprenditore friulano (ad oggi proprietario unico del club di viale del Fante), già sarebbero trascorse troppe settimane e, poi, non vi sarebbe altro tempo per programmare la prossima stagione, che vedrà i rosanero in Serie B con squadre pronte a sorprendere.

Nasce la Serie B 2017-18: elenco 22 squadre e guida al prossimo campionato. Il Palermo…

Un Palermo spaccato a metà, dunque, ora più che mai. Paul Baccaglini aveva fatto già i suoi sondaggi in merito alle figure di prossimo direttore sportivo e nuovo allenatore, ma adesso la priorità è mettere sul piatto i milioni che richiede Zamparini. Quest’ultimo, parallelamente, si era mosso (e continua a muoversi) con i suoi consulenti: defilatosi Davor Curkovic, spazio nuovamente a Gianni Di Marzio e Rino Foschi, che è dirigente al Cesena ma rimarrà sempre legato al patron di Aiello del Friuli.

CLOSING PALERMO: COMUNICATO UFFICIALE DI ZAMPARINI

Baccaglini aveva un pre-accordo con Marcello Carli e Massimo Oddo, profili che piacerebbero anche a Maurizio Zamparini, però non rappresenterebbero per lui i primi nomi in lista. Da Foschi, il proprietario del Palermo avrebbe ricevuto un consiglio: tornare a puntare su Beppe Iachini, ma ad oggi – scrive Tuttomercatoweb – il matrimonio non sembra facile. E intanto rimangono in piedi le ipotesi Bruno Tedino e Fabrizio Castori, mentre per il ruolo di direttore sportivo è tramontata già da tempo la pista caldeggiata da Gianni Di Marzio: Mauro Meluso rimarrà al Lecce.

E’ così che a Palermo, a meno di un mese dall’inizio del ritiro (che sarà a Bad Kleinkirchheim), vi sono tanti punti interrogativi e nessuna certezza. E non è la prima volta…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy