Palermo: con Gianni Di Marzio può cambiare il futuro del Palermo, i piani di Zamparini

Palermo: con Gianni Di Marzio può cambiare il futuro del Palermo, i piani di Zamparini

Le ultime sul futuro della società.

8 commenti

Un ingresso in società a sorpresa. Da giovedì, Gianni Di Marzio è il nuovo consulente personale di Maurizio Zamparini.

I due tornano a lavorare assieme, dopo essere stati fianco a fianco alcuni anni a Venezia nel corso degli anni Novanta. Il suo compito sarà quello di fare una valutazione tecnica della rosa attuale per capire anche gli eventuali interventi per il futuro. Futuro, programmazione… tutte parole che fanno da comune denominatore ad un solo concetto: l’arrivo di Di Marzio in Sicilia potrebbe anche significare un’inversione di rotta nei programmi del patron friulano. Sì, perché tutto questo sembra essere in antitesi con la voglia di vendere di Zamparini. Il futuro del Palermo, come dichiarato a più riprese dal numero uno di viale del Fante, non dovrebbe riguardarlo più. Però – scrive l’edizione odierna de ‘La Repubblica’ – il presidente avrebbe in mente un piano B che vede anche Di Marzio protagonista.

Gianni Di Marzio tra le scoperte di Maradona, Ibra e CR7: “Zamparini meglio di De Laurentiis”

Zamparini, comunque, ha già dato mandato ad una banca d’affari di Londra di trovare un acquirente. Questa banca – si legge – avrebbe proposto una serie di potenziali investitori. Nei giorni scorsi ci sarebbero stati degli incontri, rimasti in fase embrionale. Entro fine maggio, la volontà del patron è quella di scegliere cosa fare. Se per quella data non ci sarà un acquirente, Zamparini potrebbe decidere di tornare sui suoi passi e programmare il futuro della squadra con un budget rapportato alle sue attuali potenzialità economiche. Potenzialità certamente diverse da quelle di vent’anni fa, quando lui e Di Marzio iniziarono a collaborare insieme. L’imprenditore friulano lo ha voluto a Palermo per due motivi: capire la vera qualità di quei giocatori che gli hanno presentato come fenomeni e, magari, fare qualche colpo per il futuro.

Insomma, se Zamparini non venderà entro maggio potrebbe restare ancora in sella e continuare il suo lavoro in Sicilia.

Leggi anche: Gianni Di Marzio: “Mancherà Vazquez? Non importa. Palermo, ci salveremo così”

 

8 commenti

8 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. francesco70 - 12 mesi fa

    Non vuole andare via.Peggio di un virus intestinale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. mistero - 12 mesi fa

    Se Zamparini dovesse rimanere, gli resta solo da fare giocare il Palermo allo stadio di Venezia, perché alla Favorita lui e la sua squadra non entra. Abbiamo le pa**e rotte, la dignità prima di tutto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Saso - 12 mesi fa

    Allora è duro… Te ne devi andare! Ma davvero non lo hai ancora capito? Ma cosa ci vuole? Un’interprete?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Antonio Cerniglia - 12 mesi fa

    Ahahahah ma la squadra rimane scarsa. . Di Marzio gioca? A no! ma Zamparini cambia solo allenatori dirigenti staff.. i giocatori deve solo valorizzarli x venderli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. rosanero84 - 12 mesi fa

    Visto che ci sono questi contatti ormai avviati da tempo, che aspetta ad intavolare una trattativa e a cedere subito la società? Vuoi vedere che ancora spera di spremere ciò che è rimasto e poi mollarla definitivamente?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Lucka90 - 12 mesi fa

    Se realmente rimarrà a Palermo, a fine stagione stagione noi tifosi dovremmo chiedere fin da subito garanzie e chiarezza. Monitorando passo per passo tutte le mosse della società, in primis in sede di mercato. Se qualcosa non ci convince chiedere subito spiegazioni e un confronto, prima che sia troppo tardi. E dico questo perché dovremmo ricordarci che noi tifosi siamo il bene primario del Palermo e dovremmo essere trattati come tali. Abbiamo il sacrosanto diritto di dire la nostra opinione. Se al sig. Zamparini questo non va bene, allora è meglio separarsi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. nick - 12 mesi fa

    sinceramente a me sembra l’ennesima barzelletta…
    rispetto per il signor di marzio ma non ci vogliono grandi capacità per capire che l’organico è assai mediocre e per giunta incompleto reduce da diverse sessioni di mercato in cui è stato indebolito a tavolino condendo il tutto con sonore BALLE e poi ad APRILE che vuoi valutare???
    ora mi pare assurdo che si continuino a ingaggiare consulenti PERSONALI,dando l’idea che la società ormai è una scatola vuota esiste solo lui, come se piovesse quando il problema è che il signor mz ha deciso di comandare tutto lui per giocare al talent scout affidandosi a personaggi più o meno assurdi vedi gli slavi di cui si libera alla velocità della luce(mijatovic??)
    bastava avere una società organizzata in maniera seria con dirigenti credibili anzichè una serie di figurine che recitano il solito copione e non si capisce che ci stanno a fare
    insomma i problemi ci sono e sono altri mi paiono tentativi di coprire i buchi del muro con i quadri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Antonello Provenzano - 12 mesi fa

    Seeeeeeeeee!!!! Potrei citarne una decina con i quali i piani del Palermo sarebbero dovuti cambiare: alla fine è sempre Zamparini, nel bene o nel male (negli ultimi anni, solo nel male) che decide… al punto da licenziare quelli che non la pensano come lui sulla direzione della società (cioé, di essere una scrofa da latte)

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy