Palermo: ci fosse stato Iachini, a gennaio Colombi non sarebbe andato via. Posavec-Alastra…

Palermo: ci fosse stato Iachini, a gennaio Colombi non sarebbe andato via. Posavec-Alastra…

Sorrentino è ancora out, le gerarchie sono state definite.

2 commenti

Poche ore e sarà Palermo-Bologna. Iachini sa che si tratta di un impegno da non fallire per nessuna ragione e sta studiando il miglior undici da schierare in campo. Il primo dubbio riguarda la porta: dopo la serata di Roma, Fabrizio Alastra dovrebbe lasciare il posto al croato Posavec. “Il croato è stato scelto per fare da secondo a Sorrentino e con molta probabilità giocherà domani contro il Bologna – si legge su ‘La Repubblica’ -. Addirittura, il contratto del classe ’79 tarda ad arrivare e probabilmente non arriverà proprio perché la società rosanero vede nel giovane croato il portiere del futuro, quello sul quale scommettere in avvenire. Per portare Posavec al Palermo dall’Inter Zapresic, in viale del Fante hanno deciso (certamente in maniera poco oculata e sicuramente affrettata) di cedere Colombi al Carpi. Una decisione che non è piaciuta a Beppe Iachini e che probabilmente non si sarebbe concretizzata se il tecnico fosse rimasto sulla panchina rosa durante la sessione di mercato di gennaio. Il tecnico non ha ancora deciso, anche se tutti gli indizi lasciano prevedere che Posavec giocherà titolare mentre Alastra tornerà in panchina. I cinque gol segnati dai giallorossi non sono certo colpa di Alastra, ma aprono la porta alla staffetta che Iachini dovrebbe decidere per domani. Per tutta la settimana Posavec ha intensificato gli allenamenti con il gruppo. Giovedì, nel corso della partitella, il croato è rimasto tutto il tempo in campo mentre Alastra ha poi lavorato con il preparatore Sicignano”.

Leggi anche: Palermo: Gerolin non è più il direttore sportivo dei rosa. I 17 mesi del dirigente veneto in Sicilia

La sensazione è che il Palermo, a tutti i livelli, voglia dare una possibilità a Posavec e vedere di che pasta è fatto prima di esprimere un giudizio definitivo sul portiere della nazionale Under 21 croata. Del resto Posavec non è proprio agli esordi e ha già collezionato venti presenze in prima squadra nel campionato di serie A della Croazia con la maglia dell’Inter Zapresic. Il classe ’96 sarebbe dovuto arrivare a Palermo a giugno. Zamparini, anche su pressione degli ormai ex consiglieri slavi, lo ha portato in rosa con sei mesi di anticipo per preparare la successione a Stefano Sorrentino. Nelle sue prime dichiarazioni il croato raccontava di essere pronto per giocare. Salvo poi farsi male ad un dito della mano nel corso del secondo allenamento in rosanero. Stop di quattro settimane e ritorno in gruppo proprio nei giorni dell’infortunio di Sorrentino. Domani dovrebbe toccare a lui. In una delle partite più delicate della stagione, Posavec sarà chiamato a dimostrare che il Palermo ha in casa il portiere per il futuro.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. nick - 2 anni fa

    avessimo una difesa collaudata ci potrebbe stare ma sopratutto in vista dell’anno prossimo con la difesa di burro che abbiamo affidarsi ad uno che ha una ventina di partite nel campionato croato è l’ennesima follia da supermarket
    come per esempio quello non si spiega come mai un ragazzino ungherese che ha fatto 5 goal in ungheria non giochi in italia …lo smemorato dimentica che gli stessi dybala pastore e vasquez che comunque avevano qualità ed esperienza maggiori ci misero ANNI prima di capire la serie a..ma ormai la mania delle plusvalenze gli offusca le idee
    ps ma djurdevic quello che secondo lui era chiaramente meglio di belotti in campo non lo vuole vedere?oppure si è reso conto che è l’ennesimo giocatorino che in b ne trovi di meglio spacciato per campione?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. vicio64 - 2 anni fa

    Hanno dato al Carpi un buon portiere,lo si era visto contro l’Alessandria,certo dispiace,MZ avra’ puntato un giocatore del Carpi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy