PALERMO-CHIEVO 1-0: COMMENTO FINALE

PALERMO-CHIEVO 1-0: COMMENTO FINALE

Il Palermo supera il Chievo 1-0, l’ex Rigoni regala il successo ai rosanero.

Commenta per primo!

Non c’è la cornice delle grandi occasioni al Renzo Barbera ed è un peccato perché per chi ha cuore i colori rosanero questo Palermo-Chievo è una sfida di quelle che davvero non si possono perdere. E’ una serata importantissima anche per il Chievo, che dopo il cambio di guida tecnica ha raccolto solo una sconfitta in casa contro il Genoa e deve assolutamente cambiare marcia. Sulla carta però, Iachini e Maran non hanno paura di osare e rischiano il tutto per tutto mettendo in campo due schieramenti decisamente offensivi: Belotti e Dybala più Vazquez per il Palermo, linea di tre trequartisti dietro a Maxi Lopez per il Chievo.

A cominciare meglio sono gli ospiti, che vannoo due volte al tiro con l’ex centravanti del Catania: al 3′ l’intervento miracoloso di Sorrentino è reso ininflunete dal fuorigioco, al 5′ la conclusione dal limite dell’argentino è alta di poco. Nel mezzo la risposta dei rosa è affidata a un’insipida conclusione di Belotti che di fatto passa il pallone al ben piazzato Bardi.

Il primo pericolo vero il portiere dei clivensi lo corre all’11’, con Barreto che rinuncia al tiro da fuori per servire l’accorrente Morganella sulla destra: da posizione defilata l’elvetico prova un bel diagonale potente e preciso, con Bardi che si salva in angolo. Decisamente più semplice per il portiere scuola-Inter arrivare sulla conclusione dal limite di Vazquez al 16′. El Mudo ci riprova al 18′, ma dopo una bella percussione non riesce a centrare la porta dal limite dell’area. Una delle migliori occasioni del primo tempo capita sui piedi di Schelotto, ma Sorrentino è provvidenziale a intervenire sui piedi dell’italoargentino. Il portierone rosa si supera ancora al 33′ respingendo la conclusione al volo di Birsa che sembrava destinata al palo alla sua sinistra. Al 40′ si sveglia il gallo Belotti, che salta l’uomo e conclude dal limite con potenza, ma senza precisione. Ci riprova di testa, su cross dalla sinistra di Lazaar, pochi istanti più tardi, ma non trova nemmeno questa volta la porta.

La ripresa comincia senza stravolgimenti nelle due squadre e in campo si vede: il copione è praticamente lo stesso, con il Palermo che vive delle fiammate, piuttosto flebili a dire il vero, di Vazquez e Dybala ma senza impensierire davvero Bardi. Al 47′ Vazquez ci prova da fuori e non centra la porta, mentre al 49′ Dybala fa ammonire Sardo con un bel dribbling al limite dell’area, ma la conseguente punizione è sfruttatta malissimo dai rosanero. Sulla testa dell’attaccante originario di Cordoba capita una delle più ghiotte occasioni della ripresa: l’assist di Vazquez è perfetto, ma l’ex-Instituto non impatta bene la sfera e Bardi può intervenire.

Al 64′ si accende la gara: prima Vazquez pesca Barreto a centro area e Bardi si supera salvando la porta dal colpo di testa del paraguaiano, poi Dybala si inventa una conclusione al volo fermata solo dalla traversa. Pochi istanti dopo è l’arbitro Peruzzo a strozzare in gola l’urlo della Nord annullando la rete siglata da Munoz sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Il break rosanero rischia di essere vanificato da una ripartenza dei clivensi: Lazarevic al 69′ si invola verso la porta di Sorrentino, ma Lazaar riesce a rinvenire sul velocissimo calciatore del Chievo togliendogli dai piedi la palla del vantaggio.

Iachini inserisce Emerson e Quaison per Lazaar e Vazquez (che butta a terra la maglia con stizza) ed in un modo o nell’altro la partita cambia. All’80’ Dybala crea il panico in area di rigore clivense, conclude male, ma la respinta è preda di Rigoni che dal limite trova l’incrocio che vale il vantaggio. Il Barbera esplode e tutta la squadra si stringe attorno a Iachini. Per sigillare la vittoria c’è bisogno del miglior Sorrentino, che nel finale respinge le conclusioni dalla distanza che lo impegnano a più riprese.

La vittoria di questa sera è stata decisamente tra le più sofferte dell’era-Iachini. Il Chievo ha lottato con grinta e attenzione, concedendo poco ai rosanero. Si tratta di un’affermazione comunque meritata, per numero di occasioni e per voglia dimostrata sul campo. La squadra di Iachini manca ancora di coralità in alcune fasi della gara, forse penalizzata da una qualità non eccelsa dalla cintola in giù. Rimane comunque l’importanza di una vittoria non esaltante sotto il profilo estetico ma straordinariamente pesante per la classifica dei rosanero.

http://www.mediagol.it/palermo/palermo-chievo-1-0-commento-finale/

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy