PALERMO-AVELLINO, LE PAGELLE DI MEDIAGOL

PALERMO-AVELLINO, LE PAGELLE DI MEDIAGOL

Di Fabrizio Anselmo
.

Commenta per primo!

Di Fabrizio Anselmo

Buona la prima! Il Palermo supera l’Avellino per 2-1 dimostrando di essere già al top dal punto di vista fisico a una settimana dall’esordio col Genoa. Tante certezze (Vazquez-Rigoni-Gonzalez), ma anche qualche perplessità (Belotti su tutti). L’Alessandria sarà il prossimo avversario di Coppa Italia. L’appuntamento è fissato per i primi di dicembre al Renzo Barbera.

SORRENTINO 6,5 mai chiamato veramente in causa, si limita a dirigere la difesa

VITIELLO 6+ partita ordinata, mantiene la posizione e intercetta tutti i palloni.

GONZALEZ 6,5 qualche piccola disattenzione di troppo, deve ancora trovare la forma migliore. È il primo a cominciare l’azione impostando da dietro.

EL KAOUTARI 6,5 sul gol di Trotta viene beffato dal fuorigioco non segnalato che permette all’attaccante dell’Avellino di colpire quasi indisturbato. Buona l’intesa con i compagni, ma in ogni caso le attenuanti oggi non mancano.

RISPOLI 6,5 moto perpetuo in avanti, confeziona tanti cross pericolosi e si accentra per colpire di testa quando l’azione si sposta sulla sinistra.

RIGONI 7+ un gol e mezzo per il mediano rosanero che ormai è uno dei pilastri dello scacchiere di Iachini.

JAJALO 6,5 giocatore mai appariscente ma incredibilmente concreto, dà ordine al centrocampo rosanero che grazie a lui non va mai in affanno.

CHOCHEV 6 solito lavoro sporco ad unire i reparti ma soffre l’egoismo di Lazaar che lo esclude dalla manovra offensiva. La sua uscita tuttavia rompe gli equilibri consentendo ai rosa di essere meno prevedibili.

  • QUAISON (dal 50’) 7+ sontuoso in avanti, dove è praticamente imprendibile, e fondamentale in difesa con i suoi recuperi dopo lunghe rincorse, si candida per il ruolo di nuovo beniamino del pubblico rosanero. Oltre al gol, va segnalato che da una sua azione nasce l’angolo che porta i rosa in vantaggio.

LAZAAR 6 il gol del 2-1 nasce da un suo cross, è vero, ma troppe volte il marocchino preferisce cercare il numero o il ‘tiro della domenica’ invece di servire i compagni meglio piazzati. Le sue enormi potenzialità andrebbero sfruttate meglio. DAPRELÀ (dal 77’) 6,5 qualche buona sgroppata e tanta attenzione in fase difensiva.

VAZQUEZ 7,5 se non ci fosse, bisognerebbe inventarlo, o meglio bisognerebbe reinventare il Palermo.

BELOTTI 5,5 quando ha la palla tra i piedi, si dimentica di avere altri nove giocatori intorno e cerca di risolvere da solo la partita. Perché il Gallo della nazionale è al servizio della squadra, mentre in rosanero è ossessionato dal gol?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy