Palermo-Atalanta, 1-2 al primo tempo. Bergamaschi cinici, Vazquez tiene vivo il match

Palermo-Atalanta, 1-2 al primo tempo. Bergamaschi cinici, Vazquez tiene vivo il match

Un Palermo poco concentrato e apparentemente svogliato chiude il primo tempo della sfida contro l’Atalanta in svantaggio di una rete, infatti dopo i primi 45′ i bergamaschi si stanno imponendo al.

Commenta per primo!

Un Palermo poco concentrato e apparentemente svogliato chiude il primo tempo della sfida contro l’Atalanta in svantaggio di una rete, infatti dopo i primi 45′ i bergamaschi si stanno imponendo al Barbera con il punteggio di 1-2 grazie alla rete di Baselli e all’autogol di Sinisa Andelkovic, per il Palermo il gol è stato siglato da Vazquez. I lombardi partono subito forte e già al 2′ si procurano una punizione pericolosa che Pinilla però non riesce a sfruttare al meglio, è solo l’antipasto al gol dato che al 5′ Gomez serve dalla sinistra un pallone al centro per Pinilla che fa la sponda per Baselli che arrivava da dietro e lo stesso calciatore atalantino piazza un preciso destro che non lascia scampo a Ujkani. I rosanero attaccano in modo confuso soprattutto con Vazquez che però non riesce a incidere, la squadra di Iachini tende a lasciare troppi spazi agli ospiti che ne approfittano e al 16′ da un calcio d’angolo battuto da Gomez nasce la rete del 2-0 provocata dal capitano Andelkovic che anticipa gli attaccanti nerazzurri e insacca nella propria porta beffando un incolpevole Ujkani. Il Palermo prova a reagire per dimezzare lo svantaggio esponendosi maggiormente alle ripartenze ospiti che al 20′ rischiano di triplicare con un tiro-cross di Gomez che trova Ujkani impreparato ed è la traversa a salvare gli undici di Iachini. Al 32′ l’occasione più pericolosa per i rosanero è arrivata dopo un preciso cross di Vazquez  dalla sinistra che permette a Rispoli di colpire di testa con Avramov che si fa trovare pronto e sulla cui ribattuta a porta vuota Chochev non riesce a segnare l’1-2 grazie al salvataggio sulla linea di Giuseppe Biava. Al 34′ Iachini decide di sostituire Andelkovic con Quaison per rendere l’attacco rosanero più incisivo e proprio due minuti dopo lo svedese lanciato in campo aperto da Rigoni si ritrova uno contro uno con Avramov che lo ipnotizza; il gol sembra essere nell’arie e infatti al 42′ Quaison dall’interno dell’area di rigore mette un pallone in mezzo per Rigoni che sfiora e serve involontariamente Vazquez che di testa a pochi metri dalla linea di porta insacca il gol dell’1-2.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy