Palermo-Alessandria 0-2: prestazione da dimenticare per i rosanero che sono sotto dopo la prima frazione di gioco, rosso per Vazquez. Il commento

Palermo-Alessandria 0-2: prestazione da dimenticare per i rosanero che sono sotto dopo la prima frazione di gioco, rosso per Vazquez. Il commento

Il commento della prima frazione di gioco

5 commenti

In un clima teso dopo la pesante sconfitta rimediata contro la Juventus, sgonfiato solo dalle numerose presenze sugli spalti dei ragazzi di molteplici scuole palermitane, il Palermo affronta l’Alessandria nel quarto turno di Tim cup. Al termine della prima frazione di gioco i rosanero sono sotto di due reti e di un uomo, ma oltre al risultato è davvero preoccupante la prestazione degli uomini di Ballardini che non hanno mostrato né quantità né qualità in mezzo al campo. I padroni di casa sono stati surclassati da un Alessandria che ha dimostrato di essere un ottima squadra che gioca un bel calcio e ha annullato le due categorie di differenza.

LE SCELTE – Mister Ballardini in vista dell’importante sfida di domenica pomeriggio contro l’Atalanta ha rinunciato a quasi tutti i titolari eccezion fatta per Franco Vazquez – squalificato dal giudice sportivo – e per Oscar Hiljemark. Dopo le polemiche degli ultimi giorni c’è una maglia da titolare per Luca Rigoni e anche per Enzo Maresca, in avanti Quaison e Trajkovski supportati proprio dal Mudo.

INGENUITA’ ROSANERO – Pronti via e subito l’Alessandria passa in vantaggio, ingenuità clamorosa di Andrea Rispoli che devia la palla con una mano all’interno dell’area di rigore e permette ai piemontesi di andare dal dischetto, Loviso non sbaglia e al 4′ gli ospiti si portano in vantaggio.

REAZIONE ROSANERO – Al 13′ i rosanero hanno provato a raddrizzare il risultato con Andrea Rispoli che al termine di un batti e ribatti si è ritrovato da solo in area di rigore ma non è riuscito a colpire la palla in modo pulito è ha permesso all’estremo difensore ospite di intervenire senza problemi. Trascorrono appena 5 minuti e sui piedi di Rigoni ecco un’altra chance, ma anche in questa circostanza il numero 27 rosa non si è fatto trovare pronto e ha sprecato un’ottima possibilità.

TRACOLLO PALERMO – Tra il 22′ e il 24′ la probabile svolta della partita, un nervoso Franco Vazquez rifila una gomitata a Sirri e per l’arbitro Nasca è rosso diretto; per l’italo-argentino si tratta della seconda espulsione con la maglia del Palermo (la prima nel 2014 contro il Carpi, sempre al Barbera) e non è la prima volta che il Mudo perde la testa: in Palermo-Chievo del 29.10.2014, a seguito di una sostituzione, scaraventò la maglia per terra. Non trascorre neanche un minuto e i piemontesi raddoppiano con Marconi che ha infilato la retroguardia rosanero e ha trafitto con un preciso destro all’incrocio dei pali Simone Colombi.

IDEE NULLE – L’espulsione di Vazquez ha complicato notevolmente la situazione dei rosanero che non sono riusciti a trovare sbocchi e non hanno praticamente mai impensierito l’estremo difensore piemontese. Una retroguardia svogliata e apparentemente in confusione ha rischiato in diverse occasioni di subire la terza rete, a salvare il Palermo è stata l’imprecisione degli attaccanti dell’Alessandria che non hanno sfruttato al meglio le occasioni creatisi.

5 commenti

5 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Antonino La Torre - 1 anno fa

    Complimenti all’ Alessandria che sta dimostrando il suo valore cosa dire dei Rosanero ?…….Sentendo i commenti di Rai Sport 1 gia’ prevedono il ritorno di mister Iachini .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Martino Elena Tabbita - 1 anno fa

    L’unico commento che dovreste fare è: Andate a lavorare…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Marco Catalano - 1 anno fa

    Sono curioso di leggere la prossima fesseria di Zamparini…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giuseppe Pavone - 1 anno fa

      Dirà che la coppa Italia non gliene frega un c…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Marco Catalano - 1 anno fa

      Come il campionato, insomma… :)

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy