Ouasim Bouy: “PEC Zwolle, rieccomi! Per me è come tornare a casa”

Ouasim Bouy: “PEC Zwolle, rieccomi! Per me è come tornare a casa”

Il centrocampista olandese, terminato anzitempo il periodo di prestito al Palermo, è tornato alla base (Juventus) per poi essere girato nuovamente al PEC Zwolle: ecco le sue prime parole.

Commenta per primo!

Due partite in campionato (contro Sampdoria e Lazio) e una in Coppa Italia.

Totale: 111 minuti disputati da Ouasim Bouy con la maglia del Palermo. Un’esperienza durata appena cinque mesi e che non ha portato ad alcunché: nulla l’impronta data dall’olandese classe ’93 alla causa rosanero. Grandi speranze, fiducia del direttore sportivo Faggiano e buone referenze anche da Davide Ballardini che però lo allenò per appena due giorni. Al terzo si dimise.

Ouasim Bouy: “Conte mi vedeva regista alla Pirlo. Ballardini andò via al terzo giorno, Zamparini…”

Per Bouy, il 31 gennaio, il ritorno ufficiale al PEC Zwolle. “Per me è come tornare a casa – ha raccontato Bouy -. E l’ho detto anche al tecnico Gerard Nijkamp quando sono arrivato: qui mi sento così bene. Per me adesso l’importante è giocare, avere continuità di impiego e divertirmi (frecciata al Palermo?). Mi ricordo che un anno fa qui al PEC trascorsi una stagione fantastica con partite bellissime e grandi risultati. Voglio rimettermi in gioco”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy