Oggi inizia ufficialmente il mercato. Sorrentino e Maresca diventano ex. Palermo su Gyomber, Osvaldo accostato ai rosa, ma Foschi smentisce

Inizia la sessione estiva, col Palermo che deve ancora cominciare a mettere a segno i colpi più importanti. La situazione di Gyomber, Osvaldo e Ceccherini.

Commenta per primo!

L’1 luglio è un po’ il Capodanno del calcio. 

Inizia ufficialmente la nuova stagione, comincia in gran parte dei paesi il calciomercato e i giocatori in scadenza di contratto si ritrovano svincolati. E’ una data speciale anche per Rino Foschi, che smette oggi di essere, almeno sulla carta, il direttore sportivo del Cesena. Il dirigente firmerà un contratto col Palermo, per poi continuare a fare di fatto lo stesso lavoro anche in Romagna. E’ il primo giorno da ex per Sorrentino e Maresca, i due dei pilastri della salvezza della scorsa stagione che hanno lasciato scadere il loro contratto per trovare una nuova sistemazione.  “Ciao Palermo da domani avrai un tifoso in più…. Ti porterò sempre nel cuore, grazie di tutto!” il saluto ai suoi sostenitori del portiere sul proprio account Instagram.  Contestualmente tornano a disposizione i giocatori provenienti dal prestito (come Embalo) e termina il legame col Palermo dei giocatori acquisiti a titolo temporaneo e non riscattati (Cristante e Brugman).

Foschi sta lavorando per allestire l’organico della prossima stagione, pur nell’attesa della cessione di Vazquez, la cui permanenza e il relativo mancato introito rendono più complessa la programmazione. In difesa il nome nuovo è quello di Norbert Gyomber, riscattato lo scorso 21 giugno dalla Roma. L’ex Catania non sembra rientrare nei piani dei giallorossi e potrebbe lasciare la Capitale già nelle prossime settimane. Il giovane centrale – secondo quanto riportato da ‘Tuttosport’ – sarebbe, infatti, ad un passo dal Palermo. Lo stesso club che la scorsa estate aveva puntato gli occhi sul classe ’92, poi finito alla Roma, dove ha collezionato soltanto nove presenze. L’altro nome sul taccuino del ds rosanero è quello di Ceccherini. Il centrale del Livorno piace a diversi club della massima serie, nonostante la retrocessione in Lega Pro della scorsa stagione. Considerato dagli addetti ai lavori come un giocatore di sicuro affidamento, Ceccherini è però più vicino al Crotone che non ai rosanero. Spinelli qualche giorno fa aveva anche smentito la volontà di Foschi di insistere sul suo centrale, inoltre l’annuncio dell’arrivo di Nicola alla guida dei calabresi aumenta a dismisura le possibilità dei neopromossi di portarsi a casa il gioiello degli amaranto. Nicola, proprio alla guida del Livorno, ha lanciato Ceccherini e crede ciecamente nelle doti del ragazzo, che allo stesso tempo stima molto il nuovo allenatore del Crotone. Sarà dura inserirsi in questo matrimonio, a meno che non si metta in mezzo Spinelli che vuole almeno un milione e mezzo per cedere il difensore. Chi arriverà tra Gyomber e Ceccherini, ritroverà probabilmente in squadra Thiago Cionek, autentica rivelazione delle ultime 5 giornate di campionato. Il brasiliano, naturalizzato polacco, ieri è stato eliminato dagli europei, giocando però una bella partita con la maglia della Polonia nel ruolo di terzino destro. A sinistra, adesso è una certezza, non ci sarà Renzetti, che ieri è stato ufficializzato come nuovo acquisto del Genoa.

In attacco tutto ruota attorno a Gilardino. Secondo le indiscrezioni che circolano da settimane, il Palermo sta lavorando alla risoluzione del contratto del campione del mondo 2006. Secondo quanto riferito da SkySport, l’Empoli del presidente Fabrizio Corsi avrebbe mostrato interesse nei confronti di un eventuale ingaggio dell’ex Guangzhou. Prima però sarà necessaria la risoluzione col PalermoIl patron, intervistato da Radio Lady ha smentito: “Non c’è nulla di concreto. E’ un giocatore che forse sta risolvendo il suo contratto col Palermo, ma oltre a questo non so nulla”. Dello stesso tenore le dichiarazioni di Marcello Carli, ds dei toscani, intervistato da Mediagol.it. “Noi non c’entriamo niente – ha detto il dirigente ai nostri microfoni -. Non è un calciatore che rientra nelle nostre possibilità. Smentisco questa voce. Per ora stiamo pensando ad altre cose e non siamo dietro a Gilardino”. Se il destino del bomber ex-Fiorentina sembra segnato, il Palermo non vorrebbe comunque rinunciare ad una punta di grossa caratura. Dopo il nome di Borriello, alla società del patron Zamparini è stato accostato ieri anche quello di Pablo Daniel Osvaldo. Il classe ’86 (soprannominato in Argentina El Loco) è reduce da un’esperienza da dimenticare con la maglia del Boca Juniors del tecnico Guillermo Barros Schelotto. Schermaglie, atti di indisciplina ed episodi che hanno fatto il giro del mondo: il club degli Xeneizes, poco più di un mese fa, ha deciso di rescindere il suo contratto. Lo stesso ds del club di viale del Fante, Foschi, si è però ritrovato a smentire l’indiscrezione della Gazzetta dello Sport. “E’ una grande bufala, la più grossa di sempre”, ha detto il dirigente romagnolo a Palermo24. Per l’azzurro si rincorrono voci su un interessamento del Malaga, sarebbe un ritorno nella Liga dopo l’esperienza all’Espanyol.  In uscita ci sarebbe anche Bentivegna, che tatticamente potrebbe trovare posto nel tridente di Ballardini, ma che probabilmente ha più bisogno di giocare una buona stagione in B che lo aiuti a ritrovare il filo della sua fulgida carriera. “Tenere in panchina un altro anno Bentivegna fa male a noi e a lui” aveva detto Zamparini. Una società che possa assicurargli un impiego continuato potrebbe essere l’Ascoli di Paolo Cozzi: i marchigiani, secondo quanto riferito da SkySport, avrebbero avviato i primi contatti con il Palermo per portare in bianconero il prodotto del vivaio dei siciliani. La trattativa è partita, nei prossimi giorni se ne saprà di più. Nel frattempo il giovane fantasista pensa già alla prossima stagione: “Ancora un po’ di relax e poi si ricomincia!”, ha scritto sui social network Bentivegna attualmente in vacanza a Ibiza.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy