Norbert Balogh: “Continuare a Palermo? Non dipende solo da me”

Norbert Balogh: “Continuare a Palermo? Non dipende solo da me”

Balogh parla dal ritiro della nazionale ungherese: “Il Palermo ha attraversato una stagione complicata, sono dispiaciuto per la retrocessione. Però non mi arrendo. E sul mio futuro…”

6 commenti

Sarà un’estate abbastanza calda per Norbert Balogh che, sotto contratto col Palermo, discuterà con il Palermo per comprendere i reali progetti della società in vista della prossima stagione.

Un’annata calcistica, quella 2017-2018, in cui i rosanero militeranno in Serie B e dunque non è escluso che si assisterà a una serie di cambiamenti in seno all’organico dei siciliani.
Balogh, da un anno e mezzo al club di viale del Fante, attende di conoscere gli sviluppi societari (riferimento al passaggio di proprietà in favore di Paul Baccaglini) e dopo discuterà con la dirigenza, nuova o vecchia, a proposito del suo futuro.

Intanto, in questi giorni, il commissario tecnico della Nazionale dell’Ungheria ha avuto modo di apprezzarlo nelle sue prime partite con la maglia della selezione maggiore. Il classe ’96 ex Debrecen ha giocato scampoli di partita in cui è riuscito a mettersi in mostra. “Una grande emozione per me – ha detto Balogh a Ujszo.com -. Tutti vorrebbero esordire in nazionale con una vittoria. Certo, sarebbe stato fantastico presentarsi con il gol, il primo dell’anno per me, l’ho solo sfiorato a Budapest. Superato il portiere, ho trovato un difensore sulla linea e il … palo. Di solito si fa gol!”.

Il pensiero, poi, non può che andare al Palermo e alla stagione disputata: “Ho avuto esperienze positive e negative, la squadra ha attraversato una stagione complicata, sono dispiaciuto per la retrocessione. Però non mi arrendo. Ho sensazioni buone. Il nostro obiettivo è quello di tornare immediatamente alla ribalta. Sono fiducioso e sicuro che il prossimo anno giocheremo nuovamente in A”, le parole di Norbert Balogh. “Mi sento migliorato anche se ho giocato poco. Ho imparato soprattutto sotto il profilo tattico e dell’aggressività, elementi indispensabili nel calcio italiano. Peccato non avere segnato ma sono contento e nel posto giusto per la mia carriera”. Ultima domanda: Norbert Balogh si sente che sarà riconfermato a Palermo? “Vedremo – risponde -. La cosa più importante adesso è andare in vacanza. E aspettare. Non dipende solo da me”.

6 commenti

6 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Peppe Barba - 2 settimane fa

    Cresci da ben’altra parte grazie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Sergio Petralia - 2 settimane fa

    Perfavore, almeno l’anno prossimo vorremmo salvarci

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Giovanni Piscitello - 2 settimane fa

    ma chi ti vuole sparisci scarpone.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Ivan Ignazio Di Blasi - 2 settimane fa

    Peccato,sto ragazzo per ora è scarso ma sono sicuro che fra 3 anni sarà un grande attaccante…ma purtroppo al momento non è da Palermo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Alfredo Lubelli - 2 settimane fa

    Se dipendesse da me saresti sul primo volo per Budapest solo andata caro Norbert

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Michele Michele - 2 settimane fa

    E se dipendesse anche dai tifosi?? In questo caso mi metto in prima linea dicendoti che mi farebbe un gran piacere vederti in un’altra squadra!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy