Mutti-Mediagol: “Il Palermo merita la A, Nestorovski può fare la differenza. Play-off? Un rischio…”

Mutti-Mediagol: “Il Palermo merita la A, Nestorovski può fare la differenza. Play-off? Un rischio…”

Le dichiarazioni rilasciate in esclusiva ai microfoni di Mediagol.it dall’ex allenatore del Palermo: “Delio Rossi? La storia parla per lui”

di Andrea Geraci

Ha allenato il Palermo in ben due occasioni, nella stagione 2001-2002 e dieci anni dopo in Serie A nel 2011-2012. Stiamo parlando di Bortolo Mutti.

L’esperto allenatore originario di Trescore Balneario, in attesa di un ritorno in panchina, continua a seguire con attenzione le vicende legate al Palermo, impegnato attualmente nella corsa alla promozione diretta in Serie A. Una vera e propria corsa a due che si concluderà sabato pomeriggio, dopo le sfide in programma rispettivamente al “Renzo Barbera” e allo Stadio “Via del Mare”: Palermo-Cittadella e Lecce-Spezia.

“Chi tra Palermo e Lecce andrà direttamente in Serie A? Sicuramente il Lecce come neo-promossa è stata una sorpresa e questo è indiscutibile, ma allo stesso tempo il Palermo, nonostante tutte le vicende societarie attraversate che sta vivendo ancora oggi, meriterebbe la promozione per il percorso compiuto fra mille difficoltà. Una sfida incerta. Difficile, anche per me, capire chi riuscirà a spuntarla. Cittadella e Spezia sono squadre simili per pericolosità e struttura tecnica. Le metto sullo stesso piano, anche perché le motivazioni sono praticamente identiche. Lo Spezia parte avvantaggiato dalla posizione di classifica, ma il Cittadella è in grado di compiere l’impresa. Dunque, dico ai rosa di prestare molta attenzione. Sono due ‘finali’ interessanti ed equilibrate”, sono state le sue parole.

UOMINI CHIAVE – “Quali calciatori possono fare la differenza? Nel Palermo, Nestorovski. E’ il capitano, il giocatore anche più carismatico. Ascoltando e leggendo alcune sue interviste ho notato che, da leader, ci tiene anche in maniera viscerale a portare a casa la promozione. Nel Lecce, vedo più che altro un grande collettivo, Sia Mancosu, sia La Mantia sono pericolosi, ma è il gruppo ‘l’uomo’ in più che Liverani è stato bravo a comporre”.

DELIO ROSSI VS LIVERANI –La storia parla per Delio, ha fatto grandi cose e ha avuto i suoi momenti di difficoltà come nella storia di noi allenatori; Liverani invece ha trovato la situazione ambientale ideale, la giusta miscela tecnica che lo sta portando a livelli di protagonista. A Genova, forse, è stato in un certo senso un azzardo. Certi passaggi vanno fatti gradualmente. I meriti si acquistano con la gavetta. Penso sia una logica del nostro lavoro”.

PLAYOFF – “Chi rimane tra Lecce e Palermo parte come favorita, poi ci sono quelle situazioni di improvvisa rigenerazione psicologica che portano alla ribalta squadre che sembravano in calo. Per esempio, il Verona che può ancora entrare nei play-off. Dovesse farcela, ha un organico tale che potrebbe diventare una mina vagante. Lo stesso il Perugia. In assoluto, occhio al Benevento che ha struttura per ripetersi negli spareggi. Un pronostico secco è impossibile perché contano soprattutto gli episodi favorevoli o meno di un giorno, quel pizzico di fortuna determinato anche da squalifiche e infortuni. I play-off sono un rischio perciò auguro al Palermo di non doverli giocare (ride, ndr)”, ha concluso Mutti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy