Mutti: “Gilardino non è Dybala. Il Palermo mi piace, ha tanti giovani talenti che vanno aspettati. Iachini merita di restare”

Mutti: “Gilardino non è Dybala. Il Palermo mi piace, ha tanti giovani talenti che vanno aspettati. Iachini merita di restare”

L’ex allenatore del Palermo: “Ci vuole pazienza, Iachini ha sempre utilizzato al meglio le risorse a disposizione. Le esternazioni del presidente servono da stimolo”

Commenta per primo!

L’ex tecnico del Palermo, Bortolo Mutti, è stato intervistato dal Corriere dello Sport: oggetto di discussione anche il momento ‘no’ della squadra di Beppe Iachini, reduce da quattro sconfitte consecutive in campionato. “Gilardino non è Dybala. Gila si muove in area di rigore e ha il gol nel sangue. Ho seguito il Palermo in ritiro e mi piace, ragazzi giovani e di talento ai quali bisogna concedere il tempo necessario. Quando Vazquez frena la squadra ne risente, ma non può diventare una dipendenza. Forse è tormentato dall’idea di risolvere tutto da solo e sente la pressione – ha dichiarato Mutti -. La crescita dei giovani alleggerirà questo carico. Iachini merita di restare e non solo per le vittorie. Guardiamo il percorso di Dybala e Vazquez. Dybala ha avuto tanti punti interrogativi nel suo cammino, vicino a Vazquez e con Iachini ha trovato la sua dimensione. Ci vuole pazienza, Iachini ha sempre utilizzato al meglio le risorse a disposizione. Le esternazioni del presidente hanno comunque valori positivi e servono da stimolo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy