Morganella: “Palermo, ecco perché ho scelto il numero 77. Tutto sui miei tatuaggi e le mie due macchine”

Morganella: “Palermo, ecco perché ho scelto il numero 77. Tutto sui miei tatuaggi e le mie due macchine”

Le parole dell’esterno svizzero del Palermo al ‘Corriere dello Sport’.

2 commenti

“Sette è il nostro numero fortunato. Matrimonio il 17 giugno, Marlon è nato il 27 marzo e da ragazzino il mio idolo era Shevchenko. Nel Palermo il sette è di Lazaar e comunque il settantasette mi sembra più originale”. Lo ha detto Michel Morganella, intervistato dal ‘Corriere dello Sport’. L’esterno del Palermo ha parlato poi di due sue altre passioni: i tatuaggi e le macchine. “Tatuaggi? Una gamba è dedicata a mio figlio Marlon: nome, manine, orologio con l’ora di nascita. Marlon come Brando? No, piaceva ad entrambi. Nessun segreto. E con il ‘Mek, Mek’ sul polso ho coperto uno degli ultimi spazi liberi. Cos’è Mek? Un francesismo per dire ‘cumpà’, compare. Ormai parliamo così. Mek passami la palla – ha dichiarato Morganella -. Protagonista di Fast&Furious, che auto userei? La mia Mustang GT. Con lei parlo e mi risponde. Prima era la cosa più importante della vita. Oggi, in cima trovate mia moglie e mio figlio, la macchina subito dietro. Non una, ma due. Ho acquistato una vecchia Fiat 126, un amico la sta rimettendo a posto. A fine maggio sarà pronta e potrò andare al campo con questo gioiellino, motore nuovo, ottanta cavalli, cinque marce, lo stereo rompi timpani. Farò un bordello, sarà un aereo più che un auto”.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Louie15 - 2 anni fa

    Morganella maestro assoluto di stile, eleganza e bon ton.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. vicio - 2 anni fa

    mitica 126. la macchine perfetta per un tascio svizzero come Morganella

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy