Morganella: “Dopo l’infortunio al viso non sono più quello di prima. Ma ho ripreso a giocare, è ciò che conta”

Morganella: “Dopo l’infortunio al viso non sono più quello di prima. Ma ho ripreso a giocare, è ciò che conta”

“Sono riemerso da un incubo, dopo lo scontro con il cesenate Krajnc: sette fratture al viso e gravi rischi per la perdita di un occhio”. Lo ha detto Michel Morganella, intervistato dal Corriere dello.

Commenta per primo!

“Sono riemerso da un incubo, dopo lo scontro con il cesenate Krajnc: sette fratture al viso e gravi rischi per la perdita di un occhio”. Lo ha detto Michel Morganella, intervistato dal Corriere dello Sport. L’esterno svizzero del Palermo è tornato a parlare di quel 15 febbraio 2014, data che difficilmente dimenticherà. “Krajnc è arrivato in ritardo come un treno e mi ha preso in pieno. Si è scusato con un messaggio e ci siamo rivisti a Palermo stringendoci la mano. La pressione aerea avrebbe potuto provocare gravi conseguenze sul cervello e sull’occhio – ha dichiarato il numero 89 rosanero -. Che ne sapevo? Per fortuna, il medico sociale Francavilla, a Palermo, ha voluto fare gli esami. Non voglio più pensarci. Il mio viso è come un’astronave con quattro micro placche e viti in titanio. La vera paura, la notte prima dell’intervento quando il chirurgo mi spiegò che potevo rimanere senza un occhio. Non ho dormito. L’indomani ero euforico, Johanna invece piangeva. Ma, ho ripreso a giocare ed è ciò che conta. Guardandomi allo specchio però non sono più quello di prima. Gli altri non se ne accorgono, io sì”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy