Mondonico a Mediagol: “Addio di Ballardini mi ricorda quello di Conte alla Juventus”

L’intervista all’ex allenatore di Napoli e Albinoleffe.

1 Commento

“L’organico del Palermo può competere per la salvezza? Quando dei giocatori arrivano a dei grandi livelli, vuol dire che hanno importanti caratteristiche. Il compito dell’allenatore, a questo punto, è capire come sfruttare queste caratteristiche“.

Questo il pensiero espresso da Emiliano Mondonico, ex allenatore di Novara e Napoli, ai microfoni di Radio Mediagol, trasmissione radiofonica in onda dal lunedì al venerdì a partire dalle 17. “Penso che in Serie A non ci sia nessun giocatore scarso, ma la differenza lo fa l’affiatamento della squadra… affiatamento che esalta il singolo – ha proseguito Mondonico -. Questo addio di Ballardini mi fa ricordare quello avvenuto in seno alla Juventus con Conte qualche anno fa. Conte, abbandonando la Juve, pensava non ci fosse più niente da chiedere ai suoi ragazzi. E invece i bianconeri vinsero ancora lo scudetto e fecero un miglior cammino in Champions League con Allegri. Credo sia importante per ogni singolo giocatore sentirsi responsabilizzato“.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. David Jackson - 2 settimane fa

    Allora arriviamo in finale di Champions

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy