Moggi: “Zamparini, vuoi battere il tuo record di cambi in panchina? De Zerbi ingenuo”

Moggi: “Zamparini, vuoi battere il tuo record di cambi in panchina? De Zerbi ingenuo”

L’ex direttore generale della Juventus si esprime in merito alla situazione che sta vivendo il Palermo: “Fare un 4-3-3 senza punte di ruolo contro il Napoli significa andare al massacro attaccando male e difendendo peggio”.

1 Commento

Ricomincia quest’oggi la preparazione dei rosanero di Roberto De Zerbi, nuovo tecnico del Palermo che esordirà a tutti gli effetti sulla panchina dei siciliani domenica prossima, in occasione del match contro il Crotone.

Col Napoli, in virtù di una squalifica comminata dal Giudice Sportivo quando ancora era alla guida del Foggia, si è dovuto accomodare in tribuna, lasciando la scena al vice Davide Possanzini e assistendo dagli spalti al monologo partenopeo.

A distanza di tre giorni da quel ko, si torna ad analizzare la prova deludente offerta dai rosa che a loro discolpa avevano il fatto di essersi allenati per pochi giorni col nuovo tecnico. “Lo 0-3 del Napoli al Palermo rispecchia i valori in campo: piegati inesorabilmente gli uomini di De Zerbi, chiamato a sostituire Ballardini già alla terza giornata. Quest’anno Zamparini ha iniziato in anticipo con gli esoneri… che voglia battere il suo stesso record?, le parole usate da Luciano Moggi, ex direttore generale della Juventus. Nel suo consueto editoriale per Libero Quotidiano, Moggi prende in esame la prestazione di sabato dei rosa e si chiede: “Il patron del Palermo avrà notato la spregiudicatezza con la quale il suo mister ha mandato in campo la squadra?”. Poi prosegue: “Fare un 4-3-3 senza punte di ruolo significa andare al massacro attaccando male e difendendo peggio, oltretutto senza tener conto che l’avversario era il Napoli. Troppo debole quindi, e anche troppo ingenuo, il Palermo di De Zerbi per trarre conclusioni definitive sulla squadra napoletana allenata da Maurizio Sarri”, conclude Moggi.

Cessione Palermo: modalità di pagamento e clausola in caso di retrocessione, le ragioni del ‘no’ di Zamparini a Frank Cascio

Da “Ballardini stia zitto” a “Iachini? Un deficiente”, passando per “Mi sono mangiato un testicolo per aver esonerato Pioli”. France Football, nota rivista francese, ripercorre le tappe fondamentali della carriera di Zamparini da presidente del Palermo, attraverso le 10 frasi più celebri pronunciate dal patron friulano. Leggile qui

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. spargi49 - 3 mesi fa

    ricordo al Sig. radiato Moggi ,che non si può parlare di esonero perchè questa volta Zamparini è stato “posato” da Ballardini, il presidente potrà rifarsi già dalla prossima partita contro il Crotone, che è tre volte inferiore al Palermo, sue parole,per incrementare il suo Guinness dei primati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy