Mihajlovic: “Zamparini uomo vero, lo stimo. Il match? Il Palermo era alle corde e noi abbiamo sbagliato tutto”

Mihajlovic: “Zamparini uomo vero, lo stimo. Il match? Il Palermo era alle corde e noi abbiamo sbagliato tutto”

Commenta per primo!

Sinisa Mihajlovic ha esordito con un pensiero per il presidente del Palermo, Maurizio Zamparini, nella conferenza stampa post-partita di sabato sera. “Ringrazio il presidente, lo stimo come uomo e come persona, è uno che capisce anche di calcio”. Il tecnico del Milan ha poi affrontato i temi del match, sottolineando la bontà della prova offerta dai suoi. “Abbiamo fatto una buona gara, ma regalato due gol. Non abbiamo rischiato niente, l’unica sofferenza è stata in quei 15 minuti in cui abbiamo avuto un po’ paura di vincere. Non dobbiamo avere paura di giocare, quando gli altri sono in difficoltà bisogna attaccare e provare a chiudere le partite. Non mi aspettavo di subire due gol così. Per quanto abbiamo creato credo abbiamo ripetuto la buona prova contro l’Inter. Siamo sulla strada giusta, dobbiamo cercare di continuare così e migliorarci”.

Mihajlovic ha poi parlato nel dettaglio di due dei giocatori forse più in palla della sua squadra, Bacca e Calabria. “Sicuramente il colombiano mi ha fatto arrabbiare con quella rabona nel primo tempo. Mi è anche piaciuta da un certo punto di vista, significa che gioca spensierato, però in occasioni simili bisogna segnare. Nel complesso ha fatto due gol, non gli si può dire nulla, dobbiamo però essere più cattivi davanti e dietro, soprattutto dietro. Calabria? L’ho detto fin dall’inizio che è un giocatore molto interessante, anche oggi non era facile ma lui ha fatto una grande partita, con personalità e non sbagliando nulla. Ha fatto le cose logiche. Con lui e Romagnoli il Milan ha la difesa coperta per i prossimi 10-15 anni. Ci sono stati momenti sul 2-1 in cui loro erano in difficoltà e invece di segnare abbiamo giocato palla indietro cercando di gestire la partita. Si devono gestire le partite, ma non quando la squadra avversaria in difficoltà. Il Palermo era alle corde e noi invece di attaccare abbiamo lasciato che si rialzasse. Non mi è piaciuto”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy