Miccoli: “Nel 2010 meritavo di giocare i Mondiali con la Nazionale”

Miccoli: “Nel 2010 meritavo di giocare i Mondiali con la Nazionale”

L’ex capitano del Palermo: “Poi è successo quel che è successo: con la Sampdoria mi ruppi il crociato, alla penultima partita della stagione… abbiamo tagliato la testa al toro”.

2 commenti

Fabrizio Miccoli si racconta a 360°. L’ex capitano del Palermo, intervistato da Pianeta Lecce, ha ripercorso le tappe fondamentali della sua carriera.

“Nel 2010 ho sperato molto in una convocazione in Nazionale – ricorda -. Me la meritavo anche. Perché portare il Palermo a un passo dalla qualificazione in Champions League, facendo venti gol, non era stato semplice. Penso che mi meritassi una convocazione per i Mondiali in Sudafrica. Da una parte ero contento perché quasi tutta Italia mi voleva ai Mondiali, dall’altra ero consapevole che Lippi non mi avrebbe portato. Poi è successo quel che è successo: con la Sampdoria mi ruppi il crociato, alla penultima partita della stagione… abbiamo tagliato la testa al toro (ride, ndr). Anche se, col crociato rotto, decisi comunque di tirare forse il rigore più importante della storia del Palermo“.

LEGGI ANCHE Baccaglini-Zamparini: YW & F Global Limited da ieri nel registro delle imprese, il closing…

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Giorgio Gullà - 4 mesi fa

    purtroppo però vi era il peggior Lippi di sempre alla guida di quell’Italia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Lorenzo Conti - 4 mesi fa

    E se penso che al tuo posto ando’ quel cesso morto di Iaquinta

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy