Mercato: toto-attaccante in casa Palermo. Abel Hernandez solo un’idea, la verità su Joel Campbell e Dabbur. Zamparini ha in serbo un’altra sorpresa, tra lunedì e martedì un nome tutto nuovo

Mercato: toto-attaccante in casa Palermo. Abel Hernandez solo un’idea, la verità su Joel Campbell e Dabbur. Zamparini ha in serbo un’altra sorpresa, tra lunedì e martedì un nome tutto nuovo

Da un po’ di mesi ormai è partito il toto-attaccante. In casa Palermo si cerca il nome che vada bene alla piazza, all’allenatore, al presidente e alle casse del club. Un identikit ormai ben.

Commenta per primo!

Da un po’ di mesi ormai è partito il toto-attaccante. In casa Palermo si cerca il nome che vada bene alla piazza, all’allenatore, al presidente e alle casse del club. Un identikit ormai ben delineato e tratteggiato. Centravanti sì, ma che sia abile a ricoprire un po’ tutti i ruoli sul fronte offensivo. Una punta moderna capace – impresa abbastanza complicata da compiere – di far dimenticare ai tifosi rosa che Paulo Dybala sia andato altrove.

Jonathan Calleri, Guido Carrillo, Gregoire Defrel, Sergio Araujo, Joel Campbell. Maurizio Zamparini ci ha provato in tutti i modi a portare in Sicilia uno dei giocatori appena citati, ma: Calleri ha giurato amore (quasi) eterno al Boca, Carrillo ha sposato la causa del Monaco e Defrel ha preferito il Sassuolo. A questi si aggiunge una trattativa economicamente proibitiva con il Las Palmas per Araujo – il che lo depenna quasi definitivamente dai candidati a divenire rosanero – e, infine, una situazione difficile che coinvolge il costaricense Joel. A proposito, cosa è successo con il bomber dei Gunners?

Il patron friulano, accompagnato dall’intermediario di mercato Gianluca Fiorini, ha tentato il tutto per tutto nei giorni scorsi. Ve ne abbiamo parlato a fondo mercoledì 12 agosto. Il numero uno del club di viale del Fante aveva raggiunto la capitale inglese per dichiarare un all-in che all’Arsenal poteva anche andare bene: la squadra di Wenger, consapevole della fattibilità dell’operazione, aveva rimesso al giocatore la decisione di andar via o restare. Irse o quedarse? Joel, ad ora, ha optato per la seconda strada. Rimanere ai londinesi per giocarsi al meglio le sue carte. Per lui è diventata una sfida: sa di essere la quinta scelta in attacco, ma spera di ritagliarsi un posto in Premier League, quello che – se glielo chiedete – è il suo sogno sin da quando, con la maglia del Saprissa, dava i primi calci a un pallone. Ragion per cui, per il momento, Campbell ha declinato l’invito del Palermo a consacrarsi in Serie A. Non è detta l’ultima parola, comunque, e la dirigenza palermitana lo sa.

Da un costaricense a un israeliano. Da alcuni giorni, infatti, non si parla più di Munas Dabbur. Il centravanti del Grasshoppers è in trattativa col club svizzero, la cui ultima intenzione è di privarsene. Gli elvetici avrebbero infatti offerto al giocatore un adeguamento di contratto per sincronizzare i parametri contrattuali (ingaggio e durata) alla proposta avanzata dal Palermo. 650mila euro a stagione per quattro o cinque anni. Dabbur ci pensa e potrebbe accettare, demolendo le sue speranze di vestire il rosa (una settimana fa ai suoi amici più intimi aveva già annunciato: “Andrò a giocare in Italia”, ndr).

A 15 giorni dalla chiusura ufficiale del calciomercato e con un Belotti con le valigie praticamente pronte (andrà al Torino), non c’è più tempo da perdere. Zamparini sa di dover passare ai fatti, per abbattere il timore di rimanere scoperto in attacco. E – secondo indiscrezioni raccolte in esclusiva dalla redazione di Mediagol.it – ha in programma di annunciare una sorpresa nelle prossime ore, precisamente tra lunedì e martedì. Il presidente ha un colpo in canna. Nonostante i recentissimi rumors, non si tratterà di Abel Hernandez, attaccante che l’Hull City vuole cedere dopo appena una stagione. Sarà un nome tutto nuovo. Zampa mantiene il segreto e agisce sotto traccia: anche a Ferragosto lavora per far contento il suo tecnico.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy