Mercato: Palermo, c’era l’idea Zuculini col placet del Manchester City. Zamparini e Gerolin frenano e mettono in stand-by

Mercato: Palermo, c’era l’idea Zuculini col placet del Manchester City. Zamparini e Gerolin frenano e mettono in stand-by

Tante idee di mercato nelle menti di Zamparini e Gerolin. Ultime ore valide per completare operazioni e poi l’organico a disposizione di Iachini rimarrà tale almeno fino al prossimo gennaio..

Commenta per primo!

Tante idee di mercato nelle menti di Zamparini e Gerolin. Ultime ore valide per completare operazioni e poi l’organico a disposizione di Iachini rimarrà tale almeno fino al prossimo gennaio. Tra le tante opzioni fin qui valutate dalla società di viale del Fante, nella mattinata di venerdì scorso ha preso piede l’ipotesi Bruno Zuculini, duttile centrocampista argentino classe ’93 in forza al Manchester City, nonché fratello minore di Franco il quale ha già calcato i campi della Serie A vestendo le maglie di Genoa e Bologna. Il poliedrico calciatore scuola Racing era stato individuato e segnalato perché sarebbe tornato utile al Palermo sia da mezzala che da esterno di centrocampo, ruoli già ricoperti al Cordoba e nella squadra di Avellaneda. Con il City ha sottoscritto nel 2013 un contratto quinquennale dopo essersi messo in evidenza nella Seleccion Albiceleste Under-20: ottime referenze relative alle caratteristiche tecniche del baby Zuculini, dotato di buone qualità nel dribbling, di fiuto del gol e di precisione nei passaggi e negli inserimenti senza palla (in fondo all’articolo un video che ne sintetizza le doti).

La paternità dell’intuizione è ascrivibile all’intermediario di mercato Gianluca Fiorini (già mente dell’operazione Hiljemark e regista della mediazione nella trattativa), che ha propinato questa soluzione al club rosanero. L’idea ha trovato l’iniziale consenso del patron Maurizio Zamparini che aveva dato mandato a Fiorini di intrattenere i primi contatti con la dirigenza dei Citizens per verificare se vi fossero i presupposti per improntare una trattativa vera e propria. Appurata anche la volontà dell’entourage del calciatore di prendere in considerazione l’ipotesi di un approdo in Sicilia, Fiorini ha incontrato i dirigenti inglesi per definire nel dettaglio la formula dell’eventuale trasferimento. L’idea condivisa dalle parti era quella di un prestito con diritto di riscatto in favore della società di viale del Fante e contestuale controriscatto appannaggio dei Citizens. Il giovane centrocampista argentino non rientra attualmente nei piani del tecnico Manuel Pellegrini, ragion per cui il Manchester City sarebbe stato anche disposto a compartecipare all’elargizione dell’ingaggio che, per il momento, ammonta a circa 1,5 milioni di euro.

La bozza d’intesa raggiunta è rimasta tale, in quanto al momento di definire la compilazione dei documenti e ultimare la negoziazione, non è arrivato l’ok definitivo da parte del patron rosanero che, in seguito a un confronto con Gerolin e lo staff tecnico (non del tutto convinti della conformità del profilo di Zuculini al credo calcistico di Iachini), ha deciso di mettere in stand-by l’operazione, riservandosi di vagliare altre opzioni prima di prendere una decisione definitiva.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy