Mercato: Napoli, Bruno Uvini non convocato per la gara di domani. La situazione

Mercato: Napoli, Bruno Uvini non convocato per la gara di domani. La situazione

Le ultime sul mercato rosanero

Commenta per primo!

di Claudio Scaglione

Mato Jajalo e Danilo Ortiz sin da subito, Julian Velazquez per giugno. Questi i colpi del mercato del Palermo di Maurizio Zamparini … per il momento. Sì, perché i rosanero continuano a lavorare sotto traccia per arricchire la rosa di Iachini. Due i reparti da rinforzare: la difesa e la fascia destra, dove – essendo vicina la cessione di Pisano all’Hellas Verona – si pensa a Rispoli del Parma. Per la retroguardia, invece, il profilo più caldo sembra quello di Bruno Uvini del Napoli. Forse meglio usare l’imperfetto, anziché il presente. Sembrava. Nonostante le dichiarazioni ottimistiche rilasciate nei giorni scorsi da parte di Bigon e Baccin (rispettivamente, ds del Napoli e del Palermo), l’affare dovrebbe non andare in porto. Il responsabile? Il terzo in comodo.

Palermo beffato? – Sembrerebbe di sì. Ad aver la meglio lo Sporting Lisbona. Ma facciamo un po’ d’ordine. I rosanero, ormai rassegnati a perdere (prima o poi) Ezequiel Munoz, una volta aver ceduto Souleymane Bamba al Leeds, e in procinto di girare Feddal al Genoa, si gettano a capofitto sul mercato per portare a casa alcuni centrali di difesa. Ortiz ok, Velazquez per l’estate … e poi? Uvini? Non male come idea. I rapporti tra i due club, partenopei e rosanero, non sono problematici. Gli azzurri sono intenzionati a mandare il giocatore in una squadra in cui possa trovare spazio e giocare con continuità (quella continuità che in Campania non avrebbe). Il Palermo corrisponde all’identikit della destinazione ideale. Tutto a posto. Va al Palermo? No, perché intanto si inserisce lo Sporting Lisbona, orfano del difensore Mauricio dos Santos Nascimento (approdato alla Lazio).

Perché Sporting sì e Palermo no? – Il giocatore punta i piedi. Appena subodora l’opportunità di fare un’esperienza in Portogallo, chiede al Napoli di scegliere l’opzione Sporting. Stando ad indiscrezioni raccolte dalla redazione di Mediagol.it, alla base della decisione di Uvini un ambientamento non proprio semplice nel calcio italiano: il giocatore, dopo un’analisi col suo entourage, avrebbe preferito militare in un campionato più simile a quello di origine (il Brasilerao). E in Portogallo sarebbe favorito anche sul piano della lingua. Inoltre lo Sporting avrebbe promesso al Napoli (che nel frattempo non lo ha convocato per la gara di domani) un ingente corrispettivo in denaro: il giocatore si trasferirà sì a titolo temporaneo ai lusitani, ma dovesse raggiungere un numero stabilito di presenze in campionato e dovesse convincere la società di Lisbona, scatterebbe il riscatto. Insomma, quella portoghese è sì, un’operazione preferita dal giocatore, ma anche dal Napoli stesso che potrebbe incassare alcuni milioni in estate.

Palermo a bocca asciutta? – L’obiettivo per questi ultimi giorni di mercato, dunque, sarà per Dario Baccin quello di arricchire con un altro difensore l’organico a disposizione di Beppe Iachini. Una preferenza il tecnico di Ascoli Piceno ce l’ha già. Andrea Costa del Parma che, con Iachini ha lavorato già alla Sampdoria. La situazione in casa ducale è ben nota a tutti. Convincere il calciatore classe ’86 non sarà un’impresa ardua e faticosa. Certo è che però mancano poco più di 48 ore al ‘gong’

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy