Mercato: Makienok via a gennaio non solo al Brondby, ecco altri scenari per la cessione del danese

Mercato: Makienok via a gennaio non solo al Brondby, ecco altri scenari per la cessione del danese

Le ultime sul futuro del danese

Commenta per primo!

di Claudio Scaglione

Per Maurizio Zamparini non ci sono dubbi: il futuro di Simon Makienok è già scritto. Il danese non sarà più rosanero per diverse ragioni (stando al patron friulano): condizione fisica precaria, difficoltà di inserimento nel gruppo di Iachini ed eventuali ruggini con la moglie derivanti dalla sua permanenza in Sicilia (anche se la stessa Ibi Stoving ha voluto smentire categoricamente).

Addio imminente? Il centravanti di Næstved potrebbe dire addio sin da subito, a gennaio. Unico problema (o pseudo-tale) il fatto che abbia già vestito, in questa stagione, le maglie di due squadre differenti (Brondby e Palermo). Il che vincolerebbe la sua cessione per la finestra invernale di mercato, portandolo nuovamente alla base. Si tratta di un vincolo, ma non proprio di un impedimento. Sì, perché, come fa notare la stampa danese, se il Brondby continuerà ad opporsi al ritorno (anche se in prestito) di Makienok, il giocatore potrebbe sposare la causa di squadre il cui prossimo campionato inizierà precisamente a gennaio 2015, eludendo così le norme regolamentari.

A quali campionati si fa riferimento? A gennaio 2015 avranno inizio i campionati in Svezia, Norvegia, Finlandia, Islanda, Lituania, Lettonia, Kazakistan, etc… anche se, attenendosi alle intenzioni del danese, bisognerebbe arrestarsi ai primi tre-quattro tornei. Stagioni che corrispondono ai campionati 2015-16 dei restanti Paesi Europei. Prova ne sia che per le federazioni internazionali, il campionato norvegese appena conclusosi ha decretato la partecipante alla prossima edizione della Champions League.

Makienok via. Insomma, nuove soluzioni per Simon Makienok che ad agosto scorso aveva firmato un quadriennale con il club di viale del Fante. Quattro presenze fin qui con la maglia rosa, per un totale di 56′ in stagione. 2,3 milioni spesi da Maurizio Zamparini (escluso l’ingaggio del danese). Non meritava forse un’altra chance per mostrare le proprie caratteristiche?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy