Mercato: perché Joel Campbell ha detto sì al Palermo, l’attaccante vuole risolvere il suo problema. Ecco il progetto di Zamparini

Mercato: perché Joel Campbell ha detto sì al Palermo, l’attaccante vuole risolvere il suo problema. Ecco il progetto di Zamparini

Il vuoto lasciato da Paulo Dybala attende ancora di essere colmato da un colpo altisonante di mercato. Dopo aver ricevuto diverse picche, Maurizio Zamparini sarebbe riuscito a individuare il profilo.

Commenta per primo!

Il vuoto lasciato da Paulo Dybala attende ancora di essere colmato da un colpo altisonante di mercato. Dopo aver ricevuto diverse picche, Maurizio Zamparini sarebbe riuscito a individuare il profilo giusto che potrebbe assicurare frizzantezza e goal al gioco di Iachini, nonché a riaccendere gli entusiasmi dei tifosi, orfani dell’amaro trasferimento della Joya in maglia juventina.

Joel Campbell. Eccolo l’innesto tanto agognato dal patron friulano e richiesto a più riprese dal mister marchigiano. L’allenatore rosa tuttora non conosce quello che sarà il futuro di Andrea Belotti, ma sa che – ad ogni modo – un centravanti duttile e capace di dar manforte al settore offensivo può tranquillamente aspettarselo dal suo patron. Perché Trajkovski agirà più da trequartista che da punta, e Matheus Cassini ha a più riprese palesato – come preventivabile – il suo status di calciatore non ancora pronto a sostenere i ritmi del calcio europeo.

Il nome di Joel Campbell è terminato alla ribalta mediatica solamente nella giornata di martedì, ma si tratta di un profilo che la dirigenza rosa attenziona da circa un anno. In quella Nazionale Costaricense, di cui si innamorò Zamparini al Mondiale brasiliano, erano presenti sì Giancarlo Gonzalez, sì Oscar Duarte (obiettivo conclamato dai precedenti ds di viale del Fante), sì Brian Ruiz (interessamento nato e morto in fretta, dato il rifiuto del calciatore stesso), ma anche l’attuale attaccante dell’Arsenal. Un calciatore reduce da esperienze brevi e fugaci in Grecia con l’Olympiakos, in Spagna con Villarreal e Betis e – se andiamo indietro fino al 2012 – in Francia col Lorient.

Trattandosi di un potenziale craque mondiale, sembrerebbe fin troppo sorprendente un suo personale consenso a vestire la casacca rosanero. E invece – stando ad indiscrezioni raccolte da Mediagol.it – sarebbe proprio questa insoddisfazione dovuta alle recenti avventure in giro per l’Europa che avrebbe indotto il costaricense a dare un primo ‘ok’ al club di viale del Fante. Zamparini ha fin qui giocato le proprie carte come meglio non poteva: ha prospettato all’entourage di Joel un progetto tecnico che vedrebbe il nome della punta dei gunners al centro dei pensieri di mister Iachini. Ha raccontato come gente del livello di Dybala e Pastore abbia usufruito del trampolino rosanero per spiccare il volo e affermarsi nel calcio che conta. Insomma, frasi e promesse che avrebbero affascinato e convinto Campbell a dare un primo assenso.

L’attaccante che – proposito ormai risaputo – intende emulare Thierry Henry, si trova attualmente in Costa Rica e il suo attuale rientro in Europa sarebbe fissato per il dieci di agosto, avendo usufruito delle vacanze post-impegni nella Gold Cup. Nei giorni scorsi vi sarebbe stato anche un contatto con l’amico e connazionale Pipo Gonzalez che martedì ha raggiunto il ritiro dei rosanero a Ponte di Legno. Anche il forte centrale classe ’88 avrebbe caldeggiato l’ipotesi palermitana, una piazza che potrebbe risolvere i suoi problemi. Problemi? Sì, fonti vicine al calciatore raccontano che quello di non trovare un ambiente fisso e stabile in cui costruire la propria carriera sarebbe diventato un piccolo dilemma per Joel che, dopo il semi-fallimento al Submarino amarillo, intende stabilirsi in un club che possa assicurargli una maglia da titolare: si trova in una età in cui è chiamato a compiere il salto di qualità, e l’ultimo suo volere è di perdere altro tempo. E’ stanco di cambiar maglia ogni anno o addirittura ogni sei mesi.

Piccolo sacrificio. Pur di sposare la causa del Palermo, Campbell – come raccolto da Mediagol.it – sarebbe anche disposto a ridimensionare i parametri dell’ingaggio che attualmente percepisce all’Arsenal, vale a dire una cifra vicina al milione e cento mila euro. Zamparini in questo senso è stato abbastanza chiaro e non intende superare di troppo il tetto salariale vigente all’interno dell’organico rosanero (l’unica eccezione attualmente è rappresentata dal blindatissimo Franco Vazquez). Joel è d’accordo, ma ad acconsentire al trasferimento deve essere anche l’Arsenal.

Gianluca Fiorini (intermediario di mercato designato per mandare in porto l’affare) e il presidente friulano hanno gettato le basi della trattativa alcuni giorni fa e hanno già incassato un primo no dalla società londinese. I rosa avevano chiesto un prestito oneroso con diritto di riscatto, ma l’Arsenal procaccia il cash. Ecco dunque la seconda idea dell’imprenditore a capo del Palermo: titolo definitivo con pagamento dilazionato, per un totale di 13-14 milioni di euro. Sei in più rispetto agli otto offerti dalla Real Sociedad: l’unica differenza è che nella proposta economica degli spagnoli non era contenuta alcuna rateizzazione. Ore calde per Joel Campbell che dal Centro-America segue gli sviluppi della negoziazione che lo riguarda in prima persona.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy