Matheus Cassini: “Ruolo? Iachini mi aiuterà a crescere. Dybala è un fuoriclasse, ma non sono suo clone”

Matheus Cassini: “Ruolo? Iachini mi aiuterà a crescere. Dybala è un fuoriclasse, ma non sono suo clone”

C’è spazio anche per parlare di Paulo Dybala nel corso dell’intervista rilasciata da Matheus Cassini al Corriere dello Sport. Il neo-attaccante del Palermo ha commentato le insistenti voci che.

Commenta per primo!

C’è spazio anche per parlare di Paulo Dybala nel corso dell’intervista rilasciata da Matheus Cassini al Corriere dello Sport. Il neo-attaccante del Palermo ha commentato le insistenti voci che lo vorrebbero come il sostituto dell’argentino. “Non mi dispiace che il mio nome venga sempre accostato a quello di Dybala. Me lo aspettavo perché Paulo ha fatto la storia del Palermo ed è rimasto legato alla città. Dybala è un fuoriclasse e da Palermo sono transitati campioni come Cavani e Pastore. Ma quello che conta è essere se stessi. Non esistono cloni. Attaccante o trequartista? Iachini mi guiderà nel percorso di crescita – ha dichiarato Cassini -. Dybala è diventato grande quando gli hanno cambiato ruolo. Sono soddisfatto di essere Cassini e di poterlo dimostrare. Il numero nove? Non cercavo confronti con Dybala. Lui è a Torino, io a Palermo e la nove è arrivata per esclusione. Nella mia carriera ho indossato diverse maglie, la nove, la dieci e la undici senza riferimento a giocatori immortali. La dieci e la undici erano state assegnate. Restava la nove che mettevo da bambino. Sa che c’è una storia che in un certo senso mi lega a Torino? Gli anziani mi raccontano che ai tempi della tragedia del grande Torino, il Corinthians sentì il dovere di rendergli onore indossando le tradizionali magliette granata. E il Corinthians fa parte di me e non lo dimenticherò mai”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy