Martin Palermo a Mediagol: “Tutto su Jonathan Calleri. Palermo, ti spiego che giocatore stai prendendo”

Martin Palermo a Mediagol: “Tutto su Jonathan Calleri. Palermo, ti spiego che giocatore stai prendendo”

Una maglia, quella del Boca Juniors, cucita sulla pelle. Nel 2011 ha lasciato il calcio giocato da campione qual è e il suo nome non è mai uscito fuori dai cuori e dai pensieri degli.

Commenta per primo!

Una maglia, quella del Boca Juniors, cucita sulla pelle. Nel 2011 ha lasciato il calcio giocato da campione qual è e il suo nome non è mai uscito fuori dai cuori e dai pensieri degli ‘hinchas xeneizes‘, i tifosi del Boca. Lui è Martin Palermo, leggenda vivente del club argentino, miglior marcatore di tutti i tempi nella storia del Boca Juniors e quest’oggi Mediagol.it ha avuto il piacere di intervistarlo in esclusiva per una chiacchierata che avremmo voluto non concludere mai perché proferire una parola voleva dire aprire in lui uno scrigno inesauribile di nozioni, ricordi, episodi da raccontare. In prima istanza, non si può non disquisire di Jonathan Calleri, bomber del Boca terminato nei radar del Palermo. “Inizio dicendovi sì. Sì, Jonathan è un calciatore molto interessante, uno di quelli per cui si può fare un sacrificio – dice Martin Palermo a Mediagol.it -. E’ dotato di un fisico strutturato ed è molto potente. La cosa che sorprende è che lui milita nel Boca da un anno e mezzo e già in Argentina se ne parla tantissimo. Avendo parecchia concorrenza lì davanti negli Xeneizes, è comunque riuscito a imporsi, mantenendo una media realizzativa molto buona. Quando gioca, salvo alcune recenti eccezioni, sa come farsi notare, sa come divenire protagonista dell’incontro – aggiunge -. Si tratta di un ragazzo molto giovane, di 22 anni, che ha tutti i mezzi per fare bene anche in Serie A, un campionato che io non ho avuto modo di testare, ma guardandolo spesso, ho ben compreso che unisce tattica e fisico. Mi spiego meglio: per giocare bene in Italia devi essere dotato di mezzi fisici importanti e allo stesso tempo devi essere tatticamente intelligente, altrimenti non hai dove andare. Calleri potrebbe trovarsi bene a giocare lì perché è molto potente e ha ampi margini di miglioramento. Può certamente essere un buon valore aggiunto per il club che va ad acquistarlo, in questo caso il Palermo. Sì, sono sicuro che può dare sin da subito il suo apporto e contribuire alla causa del Palermo“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy