Maresca: “Europa League? Può vincere un’italiana, punto sulla Fiorentina. Il Torino..”

Maresca: “Europa League? Può vincere un’italiana, punto sulla Fiorentina. Il Torino..”

“L’Europa League io l’ho vissuta come un’avventura che mi ha arricchito enormemente. E’ una competizione lunga, per aggiudicartela devi giocare 15 partite fra turni eliminatori e finali. Arriva in.

Commenta per primo!

“L’Europa League io l’ho vissuta come un’avventura che mi ha arricchito enormemente. E’ una competizione lunga, per aggiudicartela devi giocare 15 partite fra turni eliminatori e finali. Arriva in fondo solo una squadra che è davvero fortissima; e anche chi non la vince ma va molto avanti moltiplica le proprie esperienze a livello internazionale”. Lo ha detto Enzo Maresca, intervistato dal Corriere dello Sport. Il centrocampista del Palermo si è espresso sulle squadre italiane impegnate negli ottavi di Europa League. “Può vincere un’italiana. Non vorrei fare il gufo, ma sono certo che già a questi ovvavi andranno tutte avanti, tranne ovviamente il derby Fiorentina-Roma. Se devo fare un nome per il successo finale le dico proprio la Fiorentina: la squadra mi dà sensazioni positive – ha dichiarato Maresca -, gioca un gran calcio, ha un organico attrezzato e forse meno pressioni delle altre. Il Torino ha certamente il compito più difficile a San Pietroburgo con lo Zenit. Peseranno le condizioni climatiche. Noi col Siviglia eliminammo lo Shaktar e lo Zenit, giocando in trasferta con 10° sotto zero. L’Europa League è anche questo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy