Mangia-Mediagol: “Conosco bene Lazaar. Suo ruolo ideale? La penso come Iachini”

Mangia-Mediagol: “Conosco bene Lazaar. Suo ruolo ideale? La penso come Iachini”

L’intervista esclusiva all’ex tecnico rosanero

Commenta per primo!

Due frecce al proprio arco. Iachini sa di poter contare su due vestiti tattici già ben conosciuti dai suoi uomini per le partite di questo campionato, ma è altrettanto consapevole che il modulo maggiormente rodato è quello che ha scandito i momenti più belli da quando allena i rosanero: il 3-5-2, schema riproposto in quella – a parer di molti – potrebbe essere la gara della rinascita in stagione dei siciliani, la vittoria al Dall’Ara.

Optare per il difesa a tre vuol dire anche permettere ad Achraf Lazaar di esprimere al meglio le proprie caratteristiche tecniche. Sì, perché – alla luce delle sue prestazioni in campionato – la posizione ideale per il marocchino sembra essere proprio il quinto di centrocampo. A confermarlo anche uno dei suoi primi allenatori in carriera, Devis Mangia. “Sì, penso che quello sia il suo ruolo ideale. Achraf è cresciuto nella Primavera del Varese e per alcuni anni è stato anche allenato da me: quasi mai l’ho impiegato da quarto basso – ha spiegato Mangia -. Iachini la pensa come me ai tempi dei biancorossi. Allenandolo ogni giorno da un paio d’anni, il tecnico del Palermo ha deciso che la posizione che deve ricoprire con maggiore continuità sia proprio quella. Cosa cambia, a livello didattico, nell’interpretazione dei due ruoli? Un po’ tutto. Nella difesa a quattro, bisogna avere più attenzione alla fase di copertura ed alla chiusura delle diagonali, è necessario lavorare meglio di reparto. Con la difesa a tre, invece, il quinto di centrocampo ha più protezione alle spalle e può permettersi volentieri di spingere, sovrapporsi ed avventurarsi in dribbling sulla propria fascia di competenza”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy