Lupo-Mediagol: “Critiche sul gioco? Mi infastidisce una cosa, solo Zeman…”

Lupo-Mediagol: “Critiche sul gioco? Mi infastidisce una cosa, solo Zeman…”

L’intervista esclusiva al direttore sportivo del Palermo, Fabio Lupo, rilasciata alla redazione di Mediagol.it

1 Commento

Equilibrio tattico, compattezza e continuità di risultati. Palermo capolista del torneo cadetto, seppur in condominio, ed imbattuto dopo otto giornate. Ciò nonostante non manca qualche critica relativamente alla qualità del gioco fin qui espresso dalla compagine di Bruno Tedino.

Sul tema si è espresso, intervistato in esclusiva ai microfoni di Mediagol.it, il direttore sportivo del club rosanero, Fabio Lupo.

“Qualche critica sulla qualità di gioco espresso nonostante il primato? Ritengo che le critiche quando sono fatte in buona fede vanno sempre rispettate anche perché il calcio ognuno lo vede a modo suo, sulla base delle proprie conoscenze e delle proprie competenze.

Mi infastidisco solo se le critiche sono in malafede, ma quando queste sono su una base di una logica o di una consequenzialità, anche se non le condivido, le accetto con grande tranquillità. Non condivido le critiche sotto il profilo estetico perché credo che questa sia stata una squadra che, almeno finora e seppure a sprazzi, ha espresso calcio di buonissimo livello.

Non l’ha sempre fatto perché credo che sia mancata proprio la continuità del lavoro quotidiano, questi non sono assolutamente alibi ma un dato di fatto. Per l’allenatore non era facile dare un’identità morale e tecnica a questa squadra con questi cambi l’organico decimato dalle partenze dei nazionali, dai vari infortuni e invece lui è riuscito a raggiungere questa identità indipendentemente dagli interpreti.

Il campionato di B, voglio sottolineare, è sempre stato giocato sotto il profilo dell’agonismo e il cosiddetto ‘Calcio Champagne’ l’ho visto fare dopo tanto tempo solo al Pescara di Zeman nell’anno di Insigne, Immobile e Verratti, Ripeto, l’agonismo è sempre stato l’ingrediente principale del campionato cadetto e sotto questo aspetto il Palermo ha dimostrato di esserci e su queste basi ha fatto vedere che ci sono anche qualità. Il calcio di serie B è per chi ha voglia di battagliare e un calcio agonistico, chi vuol vedere un gioco spettacolare credo che debba cambiare canale o di guardare un altro tipo di campionato”.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. sbt5 - 2 mesi fa

    Grazie per il consiglio, cambierò canale, anche perchè abbiamo capito che Lei guarda altre partite, sicuramente non il Palermo. Non si può disconoscere così palesemente la realtà dei fatti. Questa squadra costruisce meno di zero. Gli attaccanti non ricevono palle giocabili con faccia alla porta, non verticalizza mai. Sicuramente con queste premesse, incontrare una squadra seppur di seri C ci crea enormi difficoltà.Non si può pensare solo a non prenderle e cercare di pareggiare il pareggiabile, quando poi si dichiara di vincere il campionato con dieci punti di distacco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy