Lupo-Mediagol “Condizioni nazionali da monitorare, Balogh e Monachello…”

Lupo-Mediagol “Condizioni nazionali da monitorare, Balogh e Monachello…”

Le parole del direttore sportivo rosanero Fabio Lupo sulla condizione fisica dei nazionali e le alternative a disposizione del tecnico Tedino

Commenta per primo!

Strascico di emergenza per il Palermo in vista della sfida del Benito Stirpe contro il Frosinone, come già successo contro l’Empoli, i giocatori rientrati dagli impegni con le rispettive nazionali non sono al massimo della forma.

Sette i rosanero in giro per l’Europa lo scorso fine settimana, rientrati nelle scorse ore a Boccadifalco diversi sono gli effettivi affaticati. Bruno Tedino dovrà valutare al meglio le condizioni di ogni singolo giocatore per evitare guai ben più gravi per il prosieguo del campionato, contro i ciociari potrebbe essere prevista una nuova rivoluzione dell’assetto tattico e tecnico dei rosa. Del medesimo avviso è il direttore sportivo del Palermo Fabio Lupo che, intervenuto in esclusiva ai microfoni della redazione di Mediagol.it,

I nazionali? Credo siano situazioni da monitorare ora per ora, perché a volte la condizione fisica può migliorare anche grazie ad una dormita rigenerante oppure dormire male ed accusare la stanchezza e recuperi peggio. Secondo me Tedino ha chiaro in mente ciò che deve e vuole fare, si tiene aperte più soluzioni e per fortuna fino ad ora l’organico ha dimostrato di avere al suo interno soluzioni sempre valide, questo è un merito dell’allenatore. Tutto ciò ci permette di arrivare alla decisione finale anche nelle ultime ore, con la possibilità di modificare qualche idea che magari si sera solidificata nelle ore precedenti perché magari qualcuno si sveglia e non se la sente. Non siamo preoccupati, monitoreremo il tutto di ora in ora“.

Inoltre il ds rosa si è soffermato sulle condizioni fisiche di Norbert Balogh: “Balogh-Monachello? Gaetano è rientrato per pochi minuti contro il Parma, è stato un assaggio, ma è totalmente recuperato. Per Balogh il discorso è più lungo e complesso perché richiede un processo di riatletizzazione e di ristrutturazione del giocatore che ha qualità tecniche. A supporto di queste qualità ci deve essere anche una condizione e struttura fisica diversa che al momento non sono al livello delle sue qualità”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy