Lucchesi: “Tutto sul futuro di Bellusci. Foschi? Ecco cosa gli ho detto. Se andrà via…”

Lucchesi: “Tutto sul futuro di Bellusci. Foschi? Ecco cosa gli ho detto. Se andrà via…”

Le dichiarazioni rilasciate dal direttore generale del Palermo in merito al futuro di Giuseppe Bellusci e del ds Rino Foschi

“Bellusci? Ho già parlato con il suo procuratore”.

Parola di Fabrizio Lucchesi. Il direttore generale del Palermo nella giornata di oggi è intervenuto ai microfoni della stampa al termine del summit con il tecnico Pasquale Marino. Diversi dunque sono stati i temi trattati dall’esperto dirigente toscano: dalla situazione relativa al futuro del numero 2 rosanero Giuseppe Bellusci, al possibile sostituto di Rino Foschi.

BELLUSCI – “Ci sono alcune squadre di Serie A e di B interessate al giocatore, società capaci di offrirgli anche uno stipendio maggiore di quello che prende attualmente. Io gli ho detto che se così è, noi non siamo in grado di pareggiarlo. Bellusci percepisce uno stipendio già alto, figuriamoci se andrà a crescere. Pertanto, laddove ci fosse questa possibilità, troveremo un modo per rimborsare il Palermo con lo stesso valore sostituendolo degnamente”, sono state le sue parole.

FOSCHI – “Il sostituto di Foschi? Non ci sarà perché Rino Foschi era il nostro direttore sportivo, questa è una battaglia che ho perso e mi dispiace. L’ho persa verso la proprietà, perché avevo detto che sarei stato capace di gestire questa questione e non ci sono riuscito. Attribuisco a Rino molta responsabilità, gli ho detto: ‘Rino non sai farti aiutare, sei stato tutta la vita dipendente come lo sono stato io, di lusso ma sempre dipendenti. Ora che hai fatto per sei mesi il proprietario ti comporti come un elefante in una fabbrica di cristallo?’. Non è così che si fa. Ho provato a spiegarglielo. A Rino vogliamo tutti bene, lo stimiamo, ma ha un carattere che conosciamo tutti. Ha fatto un po’ fatica a stare in quel ruolo che avevamo pensato per lui. Quindi dal momento in cui dovessimo arrivare alla formalizzazione della fine del rapporto, cosa che al momento non è avvenuta ma è stato solo sospeso, il suo posto non verrà occupato da altri, o meglio sarà occupato in modo formale da qualcuno perché bisogna mettere un nome in quella casella ma di fatto verrà preso da me, ad interim. A quel punto, se tornerà a me, avrò due-tre collaboratori giovani molto bravi in possesso di diploma di direttore sportivo che avranno la possibilità di fare esperienza e di crescere. Valoti? Lo incontrerò o stasera o domani mattina perché voglio capire la sua posizione, è ancora legato al Palermo da un contratto molto importante: tre anni a Palermo e ha lavorato due mesi e mezzo. Francamente è una roba che non ho capito. E’ una situazione da risolvere, la gestiremo nel modo migliore”, ha concluso Lucchesi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy